4 cani randagi salvano la vita di una bambina

Home > Animali > 4 cani randagi salvano la vita di una bambina

Quello che fanno i cani, ci fa davvero capire, che con il passare degli anni, sono diventati intelligenti e perspicaci. Cosa che alcuni umani, non saranno mai. Capiscono quando qualcuno è in difficoltà e gli rimangono vicino. Sono davvero leali e sinceri, nel vero senso della parola, anche con i loro fratelli a quattro zampe.

Ulnas Chowdhury, è un insegnante di scuola ed è il protagonista di questa storia. Stava passeggiando, come suo solito, nel bosco vicino a casa sua. Quando, ad un certo punto, ha visto quattro cani randagi, che erano vicino ad una coperta e non la perdevano un secondo di vista. L’uomo, non sapeva se avvicinarsi o meno, perché aveva paura che potevano morderlo. Infatti è rimasto li a guardare per più di trenta minuti. Alla fine, ha sentito un rumore che gli ha fatto venire qualche dubbio, ha preso tutto il suo coraggio e si è avvicinato. I cani, al contrario di quello che credeva, non gli hanno detto nulla. Forse perché avevano capito, che non voleva fargli del male. Ulnas, ha aperto la coperta ed è rimasto a bocca aperta. Non si sarebbe mai aspettato una caso così triste. Era una bambina abbandonata! Chissà chi l’aveva lasciata. Nessuno poteva rispondere a questa domande. L’uomo a quel punto ha iniziato ad urlare, per avvisare tutte le case che erano lì vicino. Non sapeva cosa fare, anche perché era molto freddo. Quei cani, non si sa per quanto tempo, ma sono rimasti li a sorvegliare quella povera bambina e a proteggerla. Una donna, che aveva appena partorito, è uscita ed ha fatto entrare Ulnas, a casa sua con la piccola.

Hanno chiamato subito la polizia, che appena è arrivata ha portato la bambina in ospedale per fare gli accertamenti.

Nessuno ha più saputo nulla di lei ne su chi fosse stato a fare una cosa così orribile.

Con il passare degli anni, possiamo renderci conto, che gli animali sono sempre di più i migliori amici dell’uomo. Soprattutto per chi è in difficoltà.

Condividi se questa storia ha emozionato anche te!