A volte la vita è davvero dura… la triste storia di Jada

Questa storia è iniziata con una telefonata anonima agli agenti di polizia di Syracuse, una città degli Stati Uniti. Questa li allarmava di una situazione critica di un cane tenuto rinchiuso in un vecchio scantinato di una casa. Così gli agenti si sono recati sul posto, per avere una conferma di quanto gli era stato detto. Ma non si sarebbero mai aspettati di ritrovarsi davanti agli occhi una scena così orribile.

C’erano due cani, mamma e figlio, tenuti senza cibo e senza acqua, all’interno di una gabbia, in condizioni indescrivibili. Erano completamente invasi dai parassiti e a mala pena si reggevano in piedi. Erano tenuti  in quelle condizioni da 9 anni, una cosa orribile e impensabile. Non avevano mai conosciuto l’amore in vita loro, ne cosa volesse dire correre liberi in un prato.

Jada aveva 15 anni ed era più debole del suo cucciolo Jinx, a causa della vecchiaia. Fortunatamente gli agenti hanno chiamato i volontari dell’associazione per la salvaguardia degli animali della città, che si sono mobilitati immediatamente per andarli a prendere. I proprietari dell’abitazione sono stati accusati di abusi e maltrattamenti verso gli animali e sono in attesa di giudizio.

Jada e Jinx sono stati portati al rifugio Humane CNY, dove sono stati curati e riabilitati. Li hanno lavati, disinfestati e hanno dimostrato loro il significato della parola amore…

Dopo poche settimane avevano già ripreso peso ed erano diventati dei cani normali, pronti ad essere adottati da una vera famiglia.

Ma proprio nel momento in cui le cose stavano andando per il meglio, è accaduto qualcosa… durante una visita a Jada, il veterinario le ha diagnosticato un tumore incurabile ai polmoni. Le rimaneva poco tempo da vivere… i volontari non riuscivano a capacitarsi, perché dopo tutta la sofferenza subita, adesso anche questo?

La tolsero subito dalla lista per le adozioni, decisero di accompagnarla loro stessi fino al suo ultimo respiro. Volevano rendere quegli ultimi giorni, indimenticabili, per questo decisero di fare una cosa per lei…

Hanno creato una specie di lista dei desideri, su cui hanno scritto tutte le cose che non aveva mai fatto nella vita e che le avrebbero fatto fare prima di morire. Come per esempio, mangiare una bistecca, un gelato o apparire in tv…

E’ stata portata in giro per la città sulla camionetta dei pompieri…

E’ stata premiata come pompiere dell’anno…

Ha avuto il piacere di ascoltare un bambino raccontarle una bella storia…

Il giorno del suo compleanno è stato un sogno, il sogno della principessa Jada.

E alla fine è stato esaudito il suo ultimo desiderio… i volontari hanno trovato una casa vera per suo figlio.

Oggi Jada sta ancora combattendo per la vita e presto ci lascerà per sempre. Ma sappiamo che andrà via felice, perché questi angeli le hanno cambiato la vita e hanno reso ogni giorno indimenticabile. Non morirà sola ma soprattutto morirà amata.

Grazie per tutto quello che avete fatto. Tieni duro Jada, sei una guerriera!