Abbandona il cane e fugge

Gianmarco, un giovane romane, molto, ma molto, amante degli animali è il protagonista di questa storia che a noi, riempie di rabbia veramente. Era sera tardi, Gianmarco si trova a Pescara,  andato con alcuni amici in un locale per ridere e scherzare davanti ad una birra, lz serata volge al termine e, una volta salutati


ognuno va per la sua strada verso casa. Gianmarco è ignaro di quello che sta per accadere davanti ai suoi occhi, una macchina rallenta, apre lo sportello, questo gesto attira l’attenzione del ragazzo che si sofferma attentamente a guardare. Improvvisamente un cane viene lanciato proprio da quell’auto, finisce sul ciglio della strada, la macchina del cretino riparte velocemente ma Gianmarco ormai è arrabbiatissimo, lo insegue a velocità sostenuta, lo raggiunge, lo affianca e gli taglia la strada. Alla guida si trova un imprenditore di 45 anni, abruzzese, scende dall’auto e inizia a spingere Gianmarco per fargli spostare l’auto, non vuole sentire proprio ragioni, che importa a lui del cane! Dalle parole si passa ai fatti, volano calci e pugni, ad avere la peggio, almeno fisicamente è l’imprenditore, che dopo un bel gancio ben assestato finisce a terra. Trasportato in ospedale, verrà dimesso con una prognosi di 15 giorni e indovinate? Denuncia Gianmarco per l’aggressione! Il giovane dovrà risarcire una persona che ha lanciato un cane innocente dall’auto in corsa, poteva finire schiacciato tra le auto, poteva rompersi le zampe, sbattere la  testa, causare un incidente, quest’uomo ha abbandonato e condannato un cane al canile e si sa quanto sia complessa la situazione dei canili in Abruzzo! Cari signori la legge è questa, solo una denuncia per abbandono a carico dell’imprenditore, mentre Gianmarco avrà beghe ben più grosse. Quando i nostri amici a 4 zampe avranno rispetto in questo paese? Gianmarco, sappi che mezza Italia ti avrebbe dato la medaglia!

Non c’è cosa peggiore che

deludere chi crede in te

 

Loro, non ci lascerebbero mai…