Abbandona il suo chihuahua in un parcheggio, denunciata sessantenne

BOLOGNA, 20 AGOSTO. Una donna di 60 anni è stata denunciata per abbandono e maltrattamento di animali. Quello che ha fatto questa donna è gravissimo e non ha scuse, anche se lei, di scuse, ne ha trovate tante quando gli agenti di polizia l’hanno interrogata.



ACQUISTA IN SCONTO IL GUANTO MAGICO!
(foto di repertorio)

Ma andiamo per gradi, cercando di raccontarvi la storia così com’è stata riportata da ANSA. Una donna si aggirava con fare sospetto in un parcheggio bolognese… è stata notata dagli agenti della polizia presenti sul posto che hanno deciso di intervenire. La donna, residente a Bologna, prima si è guardata intorno e poi ha aperto lo sportello della sua macchina, un’utilitaria, e ha fatto scendere un piccolo cagnolino, un chihuahua. Il piccoletto ferito (non si sa come) ha provato a risalire ma la donna ha chiuso lo sportello, come se niente fosse ed è ripartita. È stata fermata pochi metri più in la dalla pattuglia della polizia che le ha chiesto del cane. All’inizio la donna ha provato a negare l’evidenza ma gli agenti, che avevano visto tutto non le hanno creduto. ha detto di non conoscere l’animale ma poi è crollato ammettendo di averlo acquistato una settimana prima, il 13 di agosto per essere più precisi, così come è stato verificato in seguito controllando il microchip. Perché, non ci crederete, la donna pensava di sbarazzarsi del cane nonostante sapeva del microchip.

ACQUISTA QUI TAPPETINO REFRIGERANTE

(foto di repertorio)

Probabilmente sperava che l’animale finisse sotto le ruote di una macchina… e avrebbe poi fatto la parte della proprietaria disperata.

(foto di repertorio)

Il piccolo è stato affidato al canile municipale di Bologna e, dopo i controlli necessari, sarà messo in adozione.

(foto di repertorio)

E gli agenti hanno scoperto di più… la donna non si era presentata alla revisione della patente e gli agenti gliel’hanno ritirata.

(foto di repertorio)

Adesso speriamo che la donna paghi per il suo gesto…

(foto di repertorio)

(le foto sono dall’web)

Fonte: ansa.it