Abbandonato nel fosso insieme al fratellino, lotta tra la vita e la morte

Durante il gelido inverno, per un cane nulla è più bello di stare in una casa calda a giocare con i suoi umani preferiti o i suoi fratellini pelosi, magari davanti a un camino acceso e accanto ad un albero di Natale. Purtroppo, però, ci sono molti cani che questa fortuna non se la possono permettere, come i protagonisti di questa triste vicenda che state per leggere.

Si tratta di due fratellini meticci ritrovati da una volontaria dell’Enpa di Faenza lo scorso lunedì mattina, mentre portava a spasso i suoi cani in una zona abbastanza periferica. La ragazza ha scorto una cassetta della frutta ricoperta con un panno dentro ad un fosso: chi ha abbandonato queste due meraviglie probabilmente ha pensato che nessuno li avrebbe ritrovati, ben nascosti com’erano.

ACQUISTA TAPPETINO FRESCO

Purtroppo, uno dei due è morto assiderato a causa delle temperature rigide, mentre il fratellino sta lottando tra la vita e la morte: è gravemente denutrito ed è in condizioni di salute molto gravi.

I volontari del Rifugio del Cane di Faenza si sono detti molto arrabbiati per quanto è successo: se si vuole dar via il proprio cane per i motivi più disparati, esistono soluzioni umane, come appunto i canili, ma nel 2017 è davvero triste sapere che c’è ancora gente che abbandona gli animali in aperta campagna.

La presidentessa dell’Enpa di Faenza, Maria Teresa Ravaioli, ne ha approfittato per fare un monito a tutti i proprietari di cani, della zona e non: “Questo gesto è stato davvero crudele, oltre che incivile. Se volete evitare di trovarvi in casa cucciolate indesiderate, la cosa migliore che potete fare per il vostro cane è sterilizzarlo.

Non vogliamo più che succedano ancora queste cose, soprattutto nel periodo natalizio!”. Nel frattempo l’Enpa ha contattato i Carabinieri di Faenza, per eventualmente visionare dei filmati delle telecamere e risalire ai colpevoli.