Adotta 450 cani per non vederli in strada

Un uomo non sopportava di vedere dei cani vivere in strada senza avere un tetto sulla testa. E così decide di adottarne 450!

Home > Animali > Adotta 450 cani per non vederli in strada

Sasa Pejčić è un uomo serbo dal cuore d’oro. Recentemente si è trovato di fronte a una situazione che lo ha obbligato a intervenire prendendo una decisione che non tutti sono riusciti a comprendere pienamente. C’erano troppi cani che vagavano per le strade e lui non riusciva assolutamente a guardare quei poveri animali senza casa senza fare qualcosa per cambiare il loro destino.

Sasa Pejčić

Erano cani che non avevano alcun posto che potevano chiamare casa. Non sapevano dove andare. Non avevano una famiglia. Soffrivano profondamente. Una sofferenza che spesso le altre persone ignorano. Li vedono per strada, agonizzanti, affamati, feriti e non fanno assolutamente niente per fare in modo di migliorare la loro situazione. Perché, come molti, pensano che qualcun altro si prenderà cura di loro.

Sasa Pejčić

Lui, però, non si è voltato dall’altra parte. Non ha pensato che ci sarebbero stati altri a fare in modo che questi cani non soffrissero più. Ed è intervenuto. Ha deciso che avrebbe fatto tutto quello che era in suo potere per poter assicurare a questi animali una vita dignitosa. Un cane condannato alla vita in strada non aveva molte chance. Sono malnutriti e prima o poi si ammalano. E lui non potevano perdonarselo.

Sasa Pejčić ha deciso di adottare 450 cani rimasti senza casa. Ospitandoli in vecchie scuderie che sono state trasformate in ricoveri per cani senzatetto.

I cani randagi gli sono stati decisamente grati. Perché ora avevano un posto tutto loro dove vivere. Ed era tutto merito di quell’uomo che aveva raccolto in strada più animali soli e abbandonati possibili. C’erano più di 400 cani che oggi risiedono nel suo santuario improvvisato.

Questa storia ci dimostra che ognuno di noi può fare la differenza con le sue azioni. Sasa non si è voltato dall’altra parte, non ha delegato ad altri quello che poteva fare lui, non ha tirato fuori delle scuse e non ha chiesto aiuto a nessuno. Si è rimboccato le maniche e ha fatto quello che andava fatto.