Alaíde, la cagnolina che il prete voleva eliminare

Alaíde, la cagnolina che il prete voleva eliminare perché, a sua detta, puzzava; ecco come si è conclusa questa vicenda

Home > Animali > Alaíde, la cagnolina che il prete voleva eliminare

Una cagnolina chiamata Alaíde era finita sui giornali dopo che qualcuno le aveva gettato dell’acqua bollente addosso per scacciarla. Ma le disavventure, per lei, non erano finite lì. Non molto dopo, si è diffusa la notizia che la cagnolina avrebbe rischiato la soppressione per colpa di un prete che non la voleva nella sua chiesa.

Alaíde frequentava la chiesa della città di Monte Horebe, nella regione di Cajazeiras (Paraíba) e, di solito, veniva nutrita, curata e curata dalla giovane commessa Jéssica Dias. È stata lei a contattare il Diário do Sertão per riferire che il nuovo amministratore della parrocchia, Francisco Mendes (padre Mendes) non accetta la presenza del cane nella Chiesa e ha persino chiesto una soluzione immediata: l’eutanasia.

Alaide-chiesa

Secondo Jéssica Dias, il prete avrebbe affermato che la cagnolina, che non mai ha perso nemmeno una sola messa, si siede spesso sull’altare e, a volte, si pulisce con la lingua e, in più, puzzerebbe.

cagnolina-Alaide

La giovane commessa ha affermato che il problema ha causato molto disagio in città, perché padre Mendes è stato il primo a opporsi alla presenza di Alaíde nella Chiesa.

“Ha parlato di sacrificare il cane ma Alaíde non ha malattie. Lei non è mia ma mi prendo spesso cura di lei, viene dalla strada”, ha spiegato Jéssica Dias.

Alaide

D’altra parte, il sacerdote ha spiegato che Alaíde sarebbe un vero disagio, perché rende la chiesa sporca e i bambini che partecipano alla messa entrano in contatto con il cane con il rischio di contrarre qualche malattia.

Alaide-altare

Il sacerdote ha spiegato che il cane è malato e si gratta durante la celebrazione e lascia cadere i peli.

Aggiornamento: Alaíde, è stata accompagnata nella città di João Pessoa, dove è stata sterilizzata e consegnata alla sua nuova mamma, a Campina Grande.

Alaide-in-chiesa

Fu salvata dallo staff della città di Joao Pessoa e Campina Grande, Socorro Souza e Rodrigo Freire e Andreia Medeiros della ONG Patinhas Felizes Mission e Michelle Cristina, della ONG Harmony of Abandoned Animals (HARPIAS).

Alaide-volontarie

Andreia Medeiros si prese il fine settimana libero per portare Alaíde a visitare la spiaggia e disse a Diário do Sertão che era stato un viaggio molto piacevole.

alaide-spiaggia-ragazza

Ha detto che all’inizio il cane sembrava aver paura ma poi ha passeggiato in riva al mare ed è stato trattato bene e con amore da tutti i residenti.

alaide-ragazze

Che dire… buona vita Alaíde.