“Ancora rivedo quella scena ogni notte”

Home > Animali > “Ancora rivedo quella scena ogni notte”

Gli incendi portano caos e disastri, quello che è capitato in sud America, ha portato molti morti e molte persone sono state costrette a lasciare la loro amata e casa e si sono ritrovate senza niente. Ma la tragedia più grande, è che tanta gente per correre e salvarsi la vita, non ha portato con se, i propri amici a quattro zampe.

Gina Silva è una giornalista e quando andò con i suoi colleghi a fare il servizio su quel posto, ha visto il disastro con i suoi stessi occhi. Il suo cuore si è spezzato…. poi, ad un certo punto, mentre passeggiava per le strada, si è ritrovata dinanzi ad una scuderia e la sua attenzione è stata catturata da qualcosa. In basso, al muro di legno, c’era un cavallo che cercava di uscire, perché il fumo ed il fuoco si stavano avvicinando sempre di più, ma non aveva vie di fuga. Non potevano chiedere aiuto ai pompieri perché erano troppo impegnati a spegnere ancora le fiamme, che crescevano sempre di più. Non sapevano proprio come fare per aiutarlo ed il piccolo cavallo, non voleva proprio morire! Gina alla fine, ha pensato di scrivere un messaggio su Twitter, per vedere se qualcuno del posto poteva andare in quella scuderia ad aiutarli. Nel giro di venti minuti, sono arrivati circa dieci persone a salvare il povero amico peloso. Un veterinario, diede a Kenny, così hanno scoperto che si chiamava il cavallo, dei tranquillanti. Dopodiché sono riusciti ad ingrandire il buco nel muro di legno, fino a farlo diventare abbastanza grande, da permettere al grande equino di passare.

Hanno portato Kenny, in una clinica veterinaria e fortunatamente non è mai stato in pericolo di vita!

Hanno scoperto che aveva venti tre anni e non hanno impiegato molto tempo a trovare il suo umano, per farli tornare a vivere insieme.

Grazie a Gina e il suo staff per aver aiutato un povero animale in difficoltà.

Ricordatevi che loro fanno parte della famiglia!