Aniken si accuccia con il suo primo giocattolo e, finalmente, si sente sicuro

Questa storia è commovente e dolorosa ma, nello stesso tempo è una storia di rinascita e voglia di vivere. Ci arriva dal Texas ed incredibile. Tutto è partito da una foto postata su Facebook. Nella foto era raffigurato un cane in condizioni terribili che si era raggomitolato su una vecchia poltrona, all’interno di quello che sembrava un garage.

Quando LaChrystal Ricke vide quella foto su Facebook, sapeva che doveva andare a prenderlo. Immediatamente. “Era fuori in un garage in una zona poco bella della città”, ha dichiarato Ricke, la fondatrice e direttrice di Reggie’s Friends, un gruppo di soccorso di Houston, in Texas. “Qualcuno aveva messo un post raccontando di averlo visto intorno alla stazione di servizio e che era davvero molto magro. Volevo andare a prenderlo perché non era un posto sicuro.” Era buio quando Ricke arrivò alla stazione di servizio ma quando cercò il cane, che lei aveva chiamato Aniken, non riuscì a trovarlo. Quindi si è rivolta a Facebook per chiedere aiuto. La mattina dopo, due volontari sono tornati nello stesso punto e non l’hanno trovato. Hanno cominciato a suonare alle porte dei residenti chiedendo informazioni. Quando avevano ormai perso le speranze… dal nulla è sbucata una cagnolina di nome Tessa che ha cominciato ad abbaiare e a fare avanti e indietro. Sembrava volersi far seguire. E i volontari l’hanno seguita. Tessa li ha portati in un vecchio garage pieno di cianfrusaglie. Lì hanno trovato Aniken. “Era sdraiato su quel vecchio e sembrava stare molto male”, ha detto Ricke. Ricke pensava che Aniken fosse solo un cane da strada molto magro e malnutrito, quindi fu sorpresa di apprendere che la situazione era molto peggiore. Il cane era pieno di ferite infette, il suo corpo era coperto da enormi zecche e la malnutrizione cronica aveva messo a dura prova i suoi organi. Il veterinario del BluePearl Emergency Pet Hospital era anche molto preoccupato per qualcos’altro. “Il veterinario ha detto, ‘Questo è un caso veramente brutto. Questo è uno dei peggiori casi che abbia mai visto. Siamo davvero sicuri che fosse un cane esca “, ha detto Ricke.

Il cane da esca è un animale che viene usato come bersaglio per i cani da combattimento durante l’allenamento – la gente incoraggerà i cani da combattimento ad attaccare il cane esca, togliendo al cane esca la possibilità di combattere.

“Io non pensavo che fosse un cane esca”, ha detto Ricke. “È un termine che cerco davvero di non usare troppo facilmente, perché penso che molte persone abusino davvero di questo quando trovano un cane maltrattato. E io pensavo, ‘Oh, ok, sai, ha qualche graffio sul viso. È un cane da strada. “Ma poi aprirono la sua bocca e mi mostrarono: letteralmente tutti i suoi denti erano stati tirati fuori per non essere in grado di contrattaccare.”

Ricke si rese conto che c’erano altri segni che Aniken era stato un cane da esca. “Tutte queste ferite si erano infette perché qualcuno le aveva cucite a mano”, ha detto. “Poi ho guardato meglio tutte le cicatrici sul suo viso, e ho iniziato a mettere tutto insieme e mi sono resa conto che non c’è altra risposta – questa era stata la sua vita. Era un cane esca”.

Aniken ha dovuto rimanere dal veterinario di emergenza per diversi giorni e una delle infermiere ha deciso di fare qualcosa di carino per lui – gli ha procurato un elefante imbottito.

“Tutti in BluePearl adoravano questo cane e tutti erano molto interessati al suo benessere”, ha detto Ricke. “E una delle infermiere di terapia intensiva ha deciso che aveva bisogno del suo primo amore, quindi quando è uscita a pranzo la domenica, l’ha preso e glielo ha riportato. Penso che all’inizio probabilmente non sapeva veramente cosa fosse. Ma ha iniziato a riscaldarsi e ad amarlo quel peluche”.

“Sono disposta a scommettere che è stato probabilmente il primo che abbia mai avuto nella sua vita”, ha aggiunto Ricke.

Una volta che Aniken si è stabilizzato, è stato trasferito in una casa adottiva, dove rimarrà fino a quando non sarà completamente guarito.

“È molto riservato”, ha detto Ricke.

“Ci vorrà del tempo perché lui esca dal suo guscio e capisca che ci sono persone che lo amano e si prendono cura di lui, e che non gli faremo del male. E speriamo che troverà presto una famiglia per sempre.”

di Redazione 1