Anziana signora entra nel rifugio e chiede di vedere il cane più anziano che nessuno vuole

“Sono un volontario del California’s Front Street Animal Shelter e voglio raccontarvi di quello che mi è capitato qualche giorno fa, perché non riesco a smettere di pensarci. Non sapevo esistessero persone così! Cioè ero convinto che Jake fosse uno di quegli animali senza speranza, discriminato, allontanato, la gente veniva al rifugio e quando lo vedeva, storceva il naso. Sia per il suo aspetto e sia quando spiegavo loro i suoi problemi.


Un giorno entra questa anziana signora, mi guarda e mi dice: salve, vorrei vedere il cane più vecchio che hai. Non capivo se mi stesse prendendo in giro, comunque gli mostrai il nostro Jake. Affettuoso, 12 anni, quindi anziano e malato. Le spiegai che aveva un’infezione della pelle che stavamo curando, era cieco, un po’ sordo e aveva il cancro. Le dissi che non sapevo quanto gli restasse ancora da vivere ma sicuramente non molto…

Iniziò ad annuire con la testa, come fanno quelle persone che sembra ti stiano ascoltando ma in realtà non lo stanno facendo. Ha continuato a farlo per altri 5 minuti, mentre fissava Jake, poi mi ha guardato e mi ha detto: ‘ho appena perso mio marito e ho due bellissime nipotine. L’altro giorno sono venute da me e mi hanno detto, nonna tu non puoi sedere al tavolo da sola, tu non puoi vivere da sola, è brutto stare sola. Loro avevano capito, mi sentivo sola e depressa e mi ci sento ancora. Beh ho pensato ad un cane, voglio dare tutto l’amore che ho a qualcuno che ne ha bisogno, voglio cambiare una vita già segnata. Voglio il cane più anziano e inadottabile del rifugio e non mi importano le spese mediche. Jake è perfetto, prepari le carte.”

Mio Dio, i miei occhi brillavano, non riuscivo a crederci, Jake aveva una possibilità dinanzi a lui. Ho aperto quella grata e la dolce signora ha iniziato a coccolarlo e lui ha iniziato a scodinzolare, non lo avevo mai visto così felice. Melani Andrews è una donna fantastica, sono passati diversi giorni e mi tiene sempre aggiornato. Forse ha capito che il mio cuore stava esplodendo di gioia, così ogni tanto chiama il rifugio per tenermi aggiornato. Beh, guardatelo, viziato e coccolato:

‘Ogni giorno rido un po’ di più, non è asociale come sembrava, era solo triste. Gioca, mi ruba le cose e si struscia a me, chiedendomi le coccole. Un cane che non sa che qualcuno lo ama, non farebbe mai niente del genere. Quindi si, continuo a sostenere che l’amore sia sempre la chiave di tutto.’ ha concluso l’anziana donna.