Aquilano arrestato per aver preso a calci il cane della vicina

Prende a calci il cane e "stolkerizza" la vicina

Home > Animali > Aquilano arrestato per aver preso a calci il cane della vicina

L’AQUILA- Tre anni sembra sia durato il calvario di questa donna abruzzese presa di mira dal vicino di casa. La cosa assurda è che a quanto pare non si tratti di semplici discussioni tra vicini, le cose sono andate oltre e di molto. Un uomo di sessantadue anni ha preso letteralmente di mira una donna, l’inquilina dell’appartamento sul suo stesso pianerottolo.

Tre anni di vessazioni fisiche alla donna, inoltre ha rotto i giocattoli del bambino della donna, lasciati appunto sul pianerottolo. L’uomo non contento ha preso a calci il cane della signora che vive in casa con loro, quindi non aveva alcun disturbo dalla presenza del pelosetto nel condominio.

Ad Ottobre scorso la donna, schiaffeggiata pesantemente, finisce nel pronto soccorso del capoluogo abruzzese. Necessita di cure, questa volta l’uomo ha esagerato e per lui, finalmente arriva la giustizia. Il sessantaduenne è stato arrestato in questi giorni, le accuse sono gravi, serie, serissime. Si parla di Stalking vero e proprio.

Sembra che la donna viva sola con il bambino e il cane in casa, quindi nessuno ha potuto magari difenderla o tutelarla da questo signore così irrispettoso delle regole e della civile convivenza. Non c’è motivo per cui si possa giustificare tanta cattiveria nei confronti di una donna, di un bimbo e di un cagnolino, di certo non possono essere motivi di VICINATO come magari l’uomo potrebbe sostenere!

L’uomo aspetterà in carcere il processo, adesso avrà tanto tempo per riflettere sul suo comportamento e su quanto, per tre anni ha reso impossibile la vita a questa famiglia. Una cosa attira l’attenzione, quando si dice che chi fa male ad una animale lo può fare anche ad una persona, è la verità!

IN VIDEO L’ABBANDONO DI DUE CUCCIOLI

Bigodino.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI