“Aspettate, mammina mia sta arrivando”

Mentre racconta al giornalista tutta la storia si commuove, chiunque ascolti viene colto da un magone, la storia di questi due cani è qualcosa di inaudito, un errore? Rientra dal lavoro, non vede i cani nel recinto di casa, subito si allarma, fa il giro e trova la rete bucata. Erano  stati loro, di nuovo! Lei ha sempre controllato e riparato ogni buco

i suoi cani sono come figli per questa dolcissima donna.” L’ho cercati ovunque, ho aspettato tutto il giorno che tornassero con le ciotole piene, poi il terribile senso di angoscia mi ha preso la gola, oddio e se fossero stati trovati e portati in canile?”Sono andata immediatamente, avevo il cuore che scoppiava, mi sono attaccata al campanello ma, hanno urlato dalla finestra che dovevo tornare il giorno dopo perché non era orario di apertura. Al mattino presto mi sono presentata, la notte insonne e la preoccupazione si leggevano sul mio volto. Sono entrata e ho spiegato ma in cuor mio sentivo un gran dolore, una strana sensazione di solitudine, come una madre con un figlio! Sono andati via e mi hanno detto di aspettare, poi a testa bassa hanno iniziato a chiedere scusa che c’era stato un errore….Io non capivo, poi è arrivato il mio piccoletto e l’ho abbracciato stretto stretto…Ma mancava l’altro e loro continuavano a scusarsi. Un sacco nero, così mi hanno restituito il mio cane, l’avevano preso, trascinato, legato e ucciso, loro dicono semplicemente, soppresso per errore. Un novizio assistente per errore l’aveva inserito nel braccio della morte dove sono i randagi non reclamati per 30 giorni, ma i miei erano registrati e lui, per errore l’ha inserito nel corridoio sbagliato. Sono uscita distrutta, solo il ricordo nel cuore, il mio cane, il mio amico,  tutte le giornate passate a tirare palloni e rincorrerci era finito! Un sacco nero, quello era ciò ce mi rimaneva di anni d’amore e amicizia pura! Perchè nessuno ha letto il suo sguardo, sono certa che ha detto”Aspettate, mammina sta arrivando!”


“L’inserviente è stato multato ma sinceramente alla signora poco importa,

ha portato a noi questo racconto perché si possano avere attenzioni maggiori..

.Lui non poteva dire:”Aspettate mammina mia starà sicuro arrivando!”

Maledetti canili