Aveva tutti i buchi sulla pelle e in ogni buco ce ne erano almeno due

Home > Animali > Aveva tutti i buchi sulla pelle e in ogni buco ce ne erano almeno due

Vagava per un paese sperduto, nessuno lo aiutava anzi lo scacciavano senza mai porgere del cibo, si sa, se gli dai da mangiare il cane resta da te…non sia mai insomma sfamare un’anima misera.

Questa ragazza si è imbattuta proprio in quel gruppetto di persone, guardavano e dicevano che schifo…Si è  avvicinata e effettivamente non era un gran bel vedere insomma, ma se ci tiriamo tutti indietro….

Mancavano parti intere di pelle e carne. aveva le zampe devastate dalle piaghe, si pelo ne era rimasto ben poco e quello che c’era era appiccicato da croste e materia. Portato in rifugio è stato subito disinfettato e nel lavaggio si è visto chiaramente tutto il resto..

 

Aveva dei veri buchi, i parassiti l’avevano mangiato, ogni buco aveva almeno due o tre zecche…questo stava morendo lentamente e loro dicevano che schifo

Le ragazze del rifugio lo chiameranno Sugar, una volta rimesso in sesto sarebbe l’ideale trovargli una famiglia ma Sugar non era bello ancora ne mai, forse, lo sarebbe diventato…Stava arrivando il Natale, una famiglia porta sempre coperte in donazioni quel periodo e quel giorno si portò a casa un bel pacchetto…

Sugar non diventò mai bello, è un Husky e non si vede per come è stato ridotto da chi non l’ha aiutato..

Ma chi non guarda con gli occhi ma guarda con il cuore non troverà alcuna differenza…Così è stato per questa famiglia.

Questi sono i bambini di casa, hanno una grande fortuna questi ragazzi, stanno crescendo con dei genitori buoni e generosi, hanno salvato questo cane pieno di guai e poco bello a prima vista, questo è l’esempio che hanno dato ai loro figli e difficilmente questi ragazzi da grandi si gireranno dall’altra parte nel vedere un indifeso in difficoltà, è da qui che si deve partire, dall’esempio che si da ai nostri ragazzi.

Portate i vostri figli in canile, prendete un cane, un bisognoso, da grandi lo ricorderanno come un dono d’amore i vostri ragazzi!