“Aveva una sola possibilità, l’eutanasia..:”

Home > Animali > “Aveva una sola possibilità, l’eutanasia..:”

La triste verità che esiste nei è canili, è molto difficile da accettare, perché alcuni cani che vengono tenuti li per tanto tempo, costano molti soldi e fatica. Per questo, infatti esiste l’eutanasia, se non vengono adottati nel giro di pochi mesi da quando sono stati portati lì, vengono soppressi.

Lovebug era un cucciolo di pit bull di soli sei mesi, a cui la vita ha deciso di dare un mostro come umano. Quando questo, dopo averlo maltrattato e picchiato, ha deciso che non fosse più utile, lo ha abbandonato dentro un canile. Le sue condizioni erano inimmaginabili, era ad un passo dalla morte, solo qualche minuto in più, sarebbe stato fatale. Fortunatamente qualcuno, in modo anonimo, telefonò a Matt, il veterinario di Vet Ranch, un rifugio no kill. L’uomo non sapeva se fosse vero o meno, ma decise di andare comunque nel canile a controllare. Quando è arrivato l’ha visto lì, triste e solo, che stava per percorrere quel lungo corridoio, che l’avrebbe portato alla morte, gli stavano facendo l’eutanasia. Non poteva abbandonarlo anche lui, firmando la sua condanna a morte, così l’ha preso e l’ha portato nel suo rifugio. Ma quando gli ha fatto tutte le analisi, ha scoperto che la sua ripresa sarebbe stata molto lunga e difficile. Aveva: la rogna, alcune ferite aperte, un’infezione da stafilococco e  aveva talmente tanto dolore che non riusciva nemmeno a muoversi. I volontari con il veterinario, hanno deciso di dare ancora una piccola speranza di vita a questo povero cucciolo. Infatti hanno fatto di tutto per curarlo e già in sole due settimane, il suo miglioramento è arrivato.

Ora dopo tre mesi, d’amore e di cure, sta già meglio e i volontari sono in cerca di un’adozione sicura e fidata.

Hanno deciso che non permetteranno mai che soffra ancora. La scelta della famiglia sarà lunga e accurata.

Ecco perché noi vi chiediamo sempre di adottare e non di comprare i cani, perché questo è ciò che subiscono i cani nei canili e ciò che si portano dietro.

Aiutateci a condividere questo messaggio.