Back e la sua strana testolina

Il salvataggio del povero Back

Home > Animali > Back e la sua strana testolina

Quando giri per strada, in certi paesi, il cuore ti diventa piccolo piccolo. C’è poco amore e rispetto per gli animali, ma anche qui in Italia veramente non è che vada meglio. L’uomo vede un cagnolino da lontano, è legato ad un grosso vaso in strada, inizialmente ha pensato che fosse stato proprio

il suo umano a legarlo lì, magari stava facendo spesa. Ma qualcosa in quel cagnolino attira l’attenzione del passante, era in realtà molto sporco e agitava la testa in uno strano modo, tipo tic. Quando si avvicina le lacrime scendono sole, il cane era in uno stato di abbandono pietoso, qualcuno con un’ascia gli aveva rotto la testa, sicuramente dopo averlo legato per non farlo scappare. Il ragazzo chiama qualcuno per farsi aiutare, alla sua richiesta non risponde nessuno, così, dopo lunghe ore, prende il cane e se lo porta via. Lo farà curare, lo coccolerà, ma la sua anima è ferita profondamente. Non basteranno le coccole, il cane mostra segni di disagio, simili ad una depressione. Le sue foto vengono pubblicate, tutti sanno che il cane adesso sta bene, è salvo e al sicuro ma arriva una chiamata inaspettata “Si chiama Back è mio, me l’hanno rubato due anni fa, l’ho cercato ovunque, dorme solo nel letto se lo abbracci forte, ha paura di tutto. Non sente bene, non sente quasi niente, capisce i segni con le mani!” Ecco cosa aveva nel cuore il cagnolino, aveva un papà che lo amava alla follia, forse quel suo difetto ha fatto scattare l’ira nel suo aguzzino, lui non poteva obbedire perché non lo capiva. Salvate le anime indifese, salvatene più possibile!