Bussa alla sua porta in cerca d’aiuto

Home > Animali > Bussa alla sua porta in cerca d’aiuto

La protagonista di questa storia è Penny, una povera cagnolina, ritrovatasi vittima della bestia più crudele, l’essere umano. È stata abbandonata sul ciglio della strada, in condizioni critiche, in una notte gelida. La povera pelosetta ha cercato di sopravvivere e alla fine, si è ritrovata costretta ad implorare aiuto. Il 13 gennaio si è internata in un’abitazione, piangendo fuori la porta.

Fortunatamente all’interno c’era un angelo, che non appena ha visto le sue condizioni, le ha dato da mangiare e ha contattato subito l’associazione animalista della zona, la Columbia-Greene Humane Society / SPCA. Non appena i volontari sono giunti sul posto, hanno capito che aveva bisogno di immediate cure mediche, così l’hanno portata presso la loro struttura e affidata al team veterinario. Aveva una gravissima malattia della pelle, infezioni e lacerazioni sul collo e sul muso. L’associazione, insieme all’ufficio dello sceriffo della contea di Greene, ha rilasciato un comunicato stampa con una foto di Penny, nella speranza di individuare il proprietario. Grazie a qualcuno che si è fatto avanti, lo sceriffo in sole 24 ore, è risalito ad un uomo di 47 anni, di nome Paul C. Bull.  Il mostro, perché in altro modo non può essere definito, è stato arrestato ed è in attesa di giudizio. Rischia un anno di carcere e una multa di 1000 dollari, troppo poco per ciò che ha fatto! Penny ha affrontato per due mesi, un processo di riabilitazione e non appena è stata considerata pronta, i volontari si sono messi subito in cerca di una famiglia amorevole, per darle la possibilità di vivere i suoi ultimi anni amata e felice.

Sono state molte le richieste di adozione e la scelta è stata molto difficile.

Oggi Penny vive a casa con la sua famiglia, una coppia meravigliosa che le darà l’amore di cui ha bisogno.

Buona vita piccola Penny!