Cade nel pozzo per salvare il cane

A soli 60km da dove è avvenuta la tragedia del piccolo Julen un uomo cade in un pozzo per salvare il suo cagnolino

Home > Animali > Cade nel pozzo per salvare il cane

Un uomo di 45 anni è stato recuperato dagli agenti della Guardia Civile in un altro pozzo in Andalusia. Era partito intorno alle 12.00 per andare a spasso con il suo cane ma non è più tornato. Dopo diverse ore i familiari hanno avvertito la sua scomparsa al 112 e il servizio di emergenza ha mobilitato la Guardia Civil.

pozzo

Il destino a volte, gioca scherzi tragici, sembra quasi inverosimile la vicenda ma è accaduta davvero. Questa mattina gli agenti hanno confermato la scopra del cadavere ed è stata aperta un’indagine giudiziaria per determinare le cause del decesso, sono due le ipotesi. La prima è che il cane sia caduto accidentalmente nel pozzo e l’uomo si sarebbe sporto per salvarlo mentre la seconda, più triste prende il suicido.

pozzo

Il corpo è stato trovato solo 48 ore dopo il salvataggio del piccolo Julen, ora è stato trasferito all’Istituto Anatomico Forense di Malaga per l’autopsia. In attesa di conoscere maggiori dettagli, dobbiamo ricordare che lo scorso sabato, dopo il ritrovamento del corpo del piccolo Julen, il delegato del governo, Alfonso Rodriguez Gomez de Celis ha fatto un mandato per vigilare “tutti i pozzi illegali che ci sono”.

passeggiata-cane-pozzo

Dopo il ritrovamento del corpo di Julen, il leader andaluso sottolinea che la comunità autonoma ha un “problema” sulla questione dei pozzi. “Dobbiamo controllare dal Consiglio di amministrazione tutti i pozzi che verifichiamo che illegali, in modo che non tornino a produrre situazioni così terribili” ha affermato. Quella stessa notte il 112 ha ricevuto una nuova chiamata. li agenti hanno infatti localizzato un altro uomo caduto in un pozzo, quest’ultimo in particolare con tre metri di acqua.

uomo-pozzo

De Celis ha fatto appello a tutti coloro che sono a conoscenza di pozzi illegali: “Faccio questo appello perché penso che valga la pena perché circostanze infelici come queste non accadano di nuovo”