Cagnolina randagia sta per essere addormentata per sempre ma fa un gesto che la salva

Ecco cosa è successo di così sorprendente.

Jon Patel e sua moglie Kayla non sapevano se erano pronti ad accogliere un cane nella loro casa e nella loro vita. Un giorno lui decise di fermarsi in un centro di accoglienza per randagi a Jackson, nel Tennessee, solo per dare un’occhiata. Di fronte a lui si è aperto uno scenario incredibile, con cani che saltavano, ma uno ha attirato la sua attenzione.

Jon ha raccontato che nel centro c’erano moltissimi pitbull e moltissimi gatti. I cani abbaiavano e saltavano sulle gabbie per attirare la sua attenzione. Tutti tranne un piccolo cucciolo. Lei non saltava e non abbaiava, per questo l’attenzione di Jon cadde immediatamente su di lei. “Era seduta lì con molta calma mentre gli altri cani abbaiavano a testa bassa. Così sono andato verso la sua gabbia e lei ha tirato fuori la sua piccola zampa. Quando ha raggiunto la mia mano lei ha messo la sua zampa sopra e io l’ho afferrata. Dopo questa esperienza ho chiamato Kayla dicendole che dovevamo assolutamente prendere questo cane”. La coppia ha appreso dai volontari che i vecchi proprietari l’avevano lasciata lì perché non era più carina. Molte persone prendono dei cani pensando che rimarranno per sempre piccoli e carini. Non si arrendono al fatto che i cuccioli crescono e richiedono più tempo, attenzioni, cure. Questo è quello che le è successo. Una volta che è cresciuta, l’hanno abbandonata lì. Doveva essere addormentata per sempre lo stesso giorno in cui Jon ha deciso di mettere piede in quel rifugio. Il ragazzo venne preso dal panico, non sapeva cosa fare. Così chiamò la moglie, spiegandole perfettamente quello che le sarebbe successo. La coppia capì che non era una coincidenza se Jon avesse deciso di essere lì quel giorno.


L’uomo doveva convincere il rifugio a tenerla fino a lunedì, quando avrebbe potuto prenderla.

“Hanno detto che se non fossimo venuti lunedì, l’avrebbero soppressa. Ha solo un anno, non ci potevamo credere”.

I Patel come promesso lunedì andarono a prendere la cagnolina, che è stata chiamata Ellie.

“Non appena l’abbiamo fatta entrare dalla porta, si è messa a correre per tutto l’appartamento, saltando sul letto, saltando sul divano”.

Da allora Ellie è più calma e si gode la vita perfetta, piena di tutte le cose che ama fare: dormire, giocare con le palle, seguire i suoi umani ovunque vadano.