Cane abbandonato sul balcone a Nocera Inferiore

Cane abbandonato sul balcone a Nocera Inferiore: per giorni è stato senza acqua e cibo

Ha rischiato di morire per il calco

Questa è la storia di un povero cane abbandonato sul balcone a Nocera Inferiore. Per giorni lo hanno lasciato lì sotto il sole caldo e cocente di questa folle estate afosa. Non aveva cibo e non aveva acqua. Così come non aveva nemmeno un posto all’ombra dove refrigerarsi un po’. Per fortuna si sono accorti di lui e lo hanno tratto in salvo.

Fonte foto da Pixabay

Siamo a Nocera Inferiore, comune in provincia di Salerno, in Campania. Da qualche giorno i vicini di casa erano preoccupati perché il cane di uno dei residenti della zona si trovava abbandonato sul balcone sotto il sole cocente. Si vedeva che soffriva.

Il povero cane non aveva cibo e non aveva acqua. Sul balcone non c’era un posto dove poter stare un po’ all’ombra e sfuggire al caldo torrido di questa estate. Così, quando i vicini hanno capito che la situazione non era più sostenibile, hanno chiamato le forze dell’ordine.

Siamo arrivati in tempo, il cane era in buone condizioni di salute.

Così ha spiegato Mario Caso, comandante della Polizia locale di Nocera Inferiore, intervenuto dopo l’allarme lanciato dai vicini di casa. Oltre agli agenti dei vigili locali, sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco, la guardia forestale e il personale dell’Asl.

Si tratta di episodi molto rari, a spaventare è la consequenzialità temporale ma c’è grande sensibilità tra le persone e anche tra noi. Siamo molto presenti con tutte le istituzioni per difesa e il benessere degli animali.

Cane abbandonato sul balcone a Nocera Inferiore

Cane abbandonato sul balcone a Nocera Inferiore, ora è al sicuro

Il cane ora si trova ospite di una struttura di Caserta. Per fortuna sta bene. Potrà essere adottato solo quando saranno terminate le indagini sul proprietario.

La persona con cui il cucciolo viveva è già stata denunciata a piede libero. L’accusa è di maltrattamento di animale, regolato dall’articolo 727 del Codice penale che prevede fino a un anno di arresto e multe da 1000 a 10000 euro.