Cane abbraccia il suo papà umano che è tornato nel rifugio per salvarlo

Questa storia ci ha fatto commuovere e, nello stesso tempo riflettere sul tema dell’abbandono degli animali. Infatti, è proprio di un abbandono che vogliamo parlarvi ma, per una volta, non condanniamo chi ha deciso di abbandonare l’amato amico a 4 zampe… Come mai? vi chiederete. Ebbene, vi raccontiamo l’intera vicenda e giudicate voi.

Lewis Jimenez è un uomo americano che si è trovato, ad improvviso, ad affrontare un terribile dilemma: il cane o la casa. Lewis viveva con il suo amato pitbull Titus in un appartamento quando ha ricevuto un avviso dal proprietario del condominio in cui gli veniva richiesto di sbarazzarsi del cane altrimenti sarebbe stato sfrattato. Lewis aveva adottato Titus nel rifugio Austin Animal Center e tra loro c’era un legame fortissimo. Non si separavano mai e Titus avrebbe fatto di tutto per il suo umano. Ma quando Lewis ha ricevuto quella lettera si è visto davanti a un bivio: rimanere senza un tetto sopra la testa o rinunciare al suo migliore amico. L’uomo non aveva una buona situazione economica e non aveva nessun posto dove andare. In più, non conosceva nessuno disposto a prendersi cura di Titus… Dall’altra parte non voleva rinunciare a lui. Alla fine ha deciso di riportare Titus nel rifugio in cui l’aveva adottato e chiedere al personale di non darlo in adozione per qualche mese… tempo in cui lui avrebbe cercato di trovare una soluzione. Titus era tranquillo. Si vedeva che sentiva la mancanza di Lewis ma sembrava sapere che il suo papà sarebbe tornato a prenderlo.

CLICCA QUI X COMPRARE LA SPAZZOLA!




Anche se l’uomo sembrava dispiaciuto e aveva promesso che sarebbe tornato per Titus, il personale del rifugio era scettico, perché questa è una di quelle cose che sentivano spesso dai proprietari di animali che entravano nel rifugio. Ma Lewis e la sua famiglia sono tornati appena possibile, e i volontari dell’Austin Animal Center hanno condiviso il felice momento su Facebook e si sono assicurati che un fotografo fosse lì per scattare le foto della felice riunione.

Il personale del rifugio ha scritto:

“Queste immagini rendono i nostri cuori così felici.”

“Titus è stato con noi per 4 mesi. La sua famiglia è stata costretta a portarlo da noi a causa di problemi con il loro condominio ma, da allora, hanno spostato le montagne per riportarlo a casa. Promessa mantenuta.”

“Titus è stato stressato al rifugio e in generale ha avuto momenti difficili. La sua famiglia sarebbe venuta a trovarlo ma non l’abbiamo potuto permettere. Potete immaginare il crepacuore per loro o per lui ogni volta che dovevano andare via senza di lui. Lo avevano allevato da cucciolo; erano l’unica famiglia che avesse mai conosciuto. ”

“Ieri è stato il giorno che stavamo aspettando tutti. Dopo aver trovato una nuova casa, il papà di Titus è venuto a portarlo a casa. E come potete vedere dalle foto, la felicità è un eufemismo per questo momento. “