cani felici

Cane dato via per punire la figlia che aveva copiato per un esame

La mamma ha preso questa decisione perché aveva copiato a un esame

Oggi vogliamo raccontarti una storia che ci ha lasciato l’amaro in bocca e che ha per protagonista un cane che è stato dato via per punire la figlia. La mamma ha preso questa decisione assurda e crudele, in particolare nei confronti del povero animale che non aveva colpe, perché aveva scoperto che la ragazza aveva copiato una tesina per l’esame.

Proprietario salvato dai suoi due cani
Fonte foto da Pixabay

Mamma e figlia hanno litigato, come raccontato su Reddit, dove tutti hanno criticato la donna per la sua decisione. La ragazza avrebbe copiato una tesina per un esame e la madre per punirla ha deciso di dare via al vicino di casa il cane che vive con loro da qualche tempo.

A raccontare la storia è stata la stessa protagonista. La donna aveva deciso di raccontare agli altri utenti della piattaforma come la ragazza non avesse poi molta voglia di studiare, anche se molto intelligente:

Non fa mai i compiti, non presta mai attenzione in classe e studia la mattina stessa di un esame. Miracolosamente, ottiene ancora voti abbastanza buoni in tutte le materie, tranne che in storia.

Un paio di mesi fa, aveva una tesina in arrivo, e le ho parlato e le ho detto che doveva fare molto meglio di quanto ha fatto nell’ultimo test di storia (37%). Quindi le ho detto che se non avesse superato almeno il 55 percento, avrei dato via il suo cane al ragazzo della porta accanto. Lei non mi ha preso sul serio, ma ha detto che avrebbe ottenuto anche un 80 per cento.

E così la donna ha reso realtà a minaccia, portando davvero il cane di famiglia dal vicino.

Come stanno i due cani salvati nelle campagne di Mandas
Fonte foto da Pixabay

Cane dato via per punire la figlia, una storia che sciocca tutti quanti

In realtà la ragazza aveva ottenuto un bel voto, ma poi la donna ha scoperto la verità.

Stavo pulendo nella sua stanza e ho trovato una scatola piena di vecchi documenti e test dell’anno precedente. Dopo averne sfogliato alcuni, ho visto una tesina che mi sembrava familiare. L’ho letta e ho sentito che c’era qualcosa che non andava, quindi l’ho presa e ho chiesto a mia figlia se potevo rileggere quello che aveva appena fatto.

La ragazza aveva copiato da un’amica, che l’aveva scritta un paio di anni prima.

Non ha alcun senso di rimpianto o di sentirsi in colpa per questo, quindi ho preso il suo cane e sono andata alla porta accanto per darlo ai nostri vicini. Mia figlia continua a piangere e mio marito mi dice che sono una strza. Però io sento che lei ha bisogno di capire che ci sono conseguenze per ogni azione. Sono io la stroza?

E molti hanno detto che sì, si è comportata malissimo.