Cane di Giovanni Simeone morto avvelenato

Cane di Giovanni Simeone morto avvelenato: una famiglia distrutta dal dolore

Marvel è volato sul ponte dell'arcobaleno

Marvel non c’è più. Il cane di Giovanni Simeone è morto avvelenato. Tutta la famiglia del calciatore è distrutta dal dolore per quella che è una grave perdita. Marvel era un membro della famiglia, volato troppo presto sul ponte dell’arcobaleno. Lo sportivo ha ringraziato tutti sui social per la vicinanza dimostrata in questo momento di dolore.

Cane di Giovanni Simeone morto avvelenato

Giovanni Simeone, attaccante del Verona, e la moglie Giulia Coppini sono in lutto per la perdita di Marvel. La cagnolina è morta avvelenata lunedì mattina nella città di Cagliari. Dopo una notte di agonia, purtroppo la piccola cagnolina non ce l’ha fatta.

Giovanni e Giulia hanno voluto raccontare quanto successo alla loro famiglia con alcune storie su Instagram. Diversi follower e fan hanno voluto sostenere la famiglia in questo momento di dolore, ricordando Marvel e sperando che quello che è successo a loro non debba capitare ad altri.

Mi sembra impossibile che esistano persone in grado di fare una cosa del genere senza motivo, a un essere vivente indifeso e senza colpe. Per fortuna non siamo tutti uguali.

Questa la storia con cui Giulia Coppini ha detto addio a Marvel per sempre. Il calciatore argentina ha poi ri-condiviso il post della modella e attrice, che ha anche pubblicato delle foto per ricordare la dolce cagnolina che non c’è più.

Non dimenticherò mai il giorno in cui ti ho vista per la prima volta, ti ho amata dal primo sguardo. Tutti mi hanno sempre detto che non avrei avuto la pazienza per crescere un cucciolo e avevano ragione, non è stata la pazienza a farmi andare avanti..é stato l’amore. Ti ho dato l’anima e tu me l’hai arricchita con il tuo sorriso, con la tua presenza, con la tua innocenza e con l’amore che davi a tutti. Mi hai lasciato un vuoto che mai nessuno potrà colmare, eri la mia migliore amica e la mia peggior nemica, eri una figlia e adesso non potrò più guardarmi intorno senza pensare a te.

Cane di Giovanni Simeone morto avvelenato, addio a Marvel

Giulia Coppini poi aggiunge:

La vita e le persone sono così ingiuste e io non posso trovare pace senza di te. Spero che tu e la tua estrema innocenza possiate essere d’esempio per questa società che di sano ormai, non ha quasi più niente. Grazie per tutto quello che mi hai fatto scoprire di me, mi hai resa migliore e ti prometto che cercherò di cambiare le cose, o almeno ci proverò.