Cane fiuta il cancro della sua padrona e le salva la vita

Protagonista è un siberian husky di nome Sierra.

Home > Animali > Cane fiuta il cancro della sua padrona e le salva la vita

I cani, si sa, sono i migliori amici degli esseri umani. Li aiutano, poi, a compiere molte azioni importanti, come fiutare la droga, aiutare i poliziotti a catturare i criminali e le persone disabili a muoversi. A volte, però, sono anche in grado di rilevare il cancro prima che sia troppo tardi.

Cane fiuta il cancro della sua padrona e le salva la vita

La storia di Stephanie

Nel 2011 Stephanie ha adottato il suo cane, un siberian husky di nome Sierra. I due sono diventati subito amici.

Nell’autunno del 2013, la donna avvertì dei dolori addominali che, stando al suo medico, erano causati da una cisti. Stephanie, però, cominciò a preoccuparsi quando Sierra iniziò a comportarsi in modo strano quando le stava attorno. Il cane annusava continuamente il basso ventre della donna, correva via e si raggomitolava nell’armadio.

Stephanie, pertanto, si recò da un ginecologo e nel novembre 2013 le fu diagnosticato un cancro ovarico allo stadio 3. La donna, quindi, fu sottoposta a un intervento chirurgico e terminò la chemioterapia nell’aprile 2014.

Cane fiuta il cancro della sua padrona e le salva la vita

Il carcinoma ovarico, però, ha un alto tasso di recidiva, specialmente se viene diagnosticato nelle fasi successive. Ed è quello che è successo a Stephanie: la malattia è tornata nel 2015 e nel 2016. E, di nuovo, il cane avvertì la donna in entrambe le volte.

Oggi, Stephanie non ha il cancro. Si è sposata nel 2017 e Sierra vive ancora con lei e suo marito. Per Stephanie, Sierra è una vera manna. La donna sostiene che deve la sua vita al cane.

I cani possono essere utilizzati per lo screening del cancro?

Cane fiuta il cancro della sua padrona e le salva la vita

L’olfatto dei cani è cento volte più nitido di quello degli esseri umani. Ecco perché alcuni cani sono in grado di rilevare il cancro poiché le cellule cancerogene emettono determinati composti con odori distinti.

Per quanto desideriamo che i nasi dei cani diventino un strumento di screening del cancro è molto improbabile che ciò accada. I cani possono annusare la malattia, lo sappiamo, ma non lo fanno con una precisione del 100%.

Inoltre, questo metodo è considerato inopportuno in quanto richiederebbe molto tempo per addestrare i cani per quel particolare scopo. Inoltre, i cani possono diventare affamati o annoiati e questo può influenzare le loro prestazioni.

Tuttavia, i cani sono particolarmente sensibili ai cambiamenti nell’odore dei loro proprietari e delle altre persone che vivono in casa. Se un cane individua cambiamenti in tal senso, comincia ad agire in modo diverso. Se sei un proprietario di un cane e il tuo animale domestico inizia improvvisamente a comportarsi in modo strano, vai dal medico per una visita di controllo. Non si sa mai…