zampa del cane

Cane morto asfissiato in un incendio nella sua casa a causa del frigo andato a fuoco

Per il cane non c'è stato più niente da fare

I soccorritori hanno tentato il tutto per tutto agendo tempestivamente, ma purtroppo non hanno potuto evitare il peggio. Dopo che il frigo improvvisamente è andato a fuoco, il cane è morto asfissiato in un incendio divampato nella casa dove viveva con la sua famiglia a Torchiarolo, città in provincia di Brindisi in Puglia.

incendio due bambini

Il tragico incidente domestico ha avuto luogo alle prime luci dell’alba di lunedì 16 maggio 2022. Erano più o meno le 4.30 quando i vigili del fuoco di Brindisi hanno risposto a una richiesta d’aiuto per domare un incendio avvenuto in una casa di Torchiarolo, in provincia di Brindisi.

Con tutta probabilità le fiamme sono partite dal frigorifero della cucina. E hanno ben presto invaso tutta la stanza. Per fortuna i vigili del fuoco sono intervenuti in tempo per limitare l’avanzata del fuoco, ma il fumo aveva già raggiunto tutta l’abitazione.

Ad accorgersi di quello che stava accadendo è stato il proprietario del cane, che si è svegliato per il forte odore di fumo. Insieme alla moglie è riuscito a mettersi in salvo chiamando i pompieri, che sono prontamente intervenuti per circoscrivere il focolaio.

La coppia ha potuto mettersi in salvo, ma non lo stesso ha fatto il cane della famiglia. A causa delle inalazioni di fumo, che ormai aveva raggiunto ogni angolo dell’abitazione, il cane è morto asfissiato. A nulla sono valsi i soccorsi tempestivi dei vigili del fuoco.

incendio anastasiia bondarenko

Cane morto asfissiato in un incendio: i suoi genitori umani sono riusciti a mettersi in salvo, lui purtroppo non ce l’ha fatta

I vigili del fuoco hanno messo subito la casa in sicurezza. Sul posto sono arrivati anche i Carabinieri di San Donaci. La coppia, invece, ha ricevuto le prime cure del caso, ma marito e moglie, secondo le prime indiscrezioni, stanno bene.

zampa del cane
Fonte foto da Pixabay

Ora piangono però il cane di casa, volato troppo presto sul ponte dell’arcobaleno.