Cane orfano alla morte della proprietaria

Cane orfano alla morte della proprietaria: il sindaco lo adotta e compra la sua casa

Che bellissima storia di solidarietà

Questa è la storia di Willy, un cane rimasto orfano alla morte della proprietaria. La donna era malata e purtroppo non ha potuto far niente contro la malattia che l’aveva colpita. Il cucciolo è rimasto da solo. Ma potrà continuare a vivere nella sua casa: il sindaco della città dove viveva con la donna non solo lo ha adottato, ma ha anche comprato la sua abitazione.

Gian Pietro Garoli e Willy

Dopo mesi di malattia, la proprietaria di questo dolce meticcio di 8 anni è venuta a mancare. E Willy si è trovato all’improvviso da solo. La donna era vedova ed era la sua unica compagnia. Chi si sarebbe preso cura di lui adesso?

Gian Pietro Garoli è il sindaco di Casalbuttano ed Uniti, un comune di circa 3800 anime che si trova in provincia di Cremona. L’uomo ha deciso di accogliere Willy nella sua vita adottandolo. E di comprare la sua casa per evitargli un altro trauma, dopo aver perso la sua miglior amica umana.

In un’intervista a La Provincia di Cremona, il primo cittadino del Comune nel cremonese ha detto:

L’ho deciso in una notte di follia per lasciarlo nel suo mondo. Ormai io e lui eravamo diventati grandi amici. Io e Willy ci incontravamo tutti i giorni quando Teresa lo portava a spasso e si fermava a fare due chiacchiere con me. Sapevo che purtroppo lei era molto malata e che ultimamente i suoi ricoveri in ospedale si facevano sempre più frequenti, fino a quando purtroppo sabato notte è morta.

Ed è stato Willy a dargli la notizia della morte. Quella domenica mattina lui lo aveva chiamato dalla finestra come faceva sempre. Ma il cane non gli è corso incontro: sbatteva la testa con la ciabatta della donna in mano. Poi la scoperta: la figlia annunciava la morte della madre. E lui ha capito tutto.

Cane orfano alla morte della proprietaria

Cane orfano dopo la morte della proprietaria potrà continuare a vivere nella sua casa

Willy, grazie al suo amico, potrà continuare a vivere nella sua casa. E avrà accanto una persona pronta ad aiutarlo a elaborare il lutto.