Cane perde la vita, a causa della catena

Operaio arrestato, cane perde la vita

Home > Animali > Cane perde la vita, a causa della catena

L’episodio è accaduto nei primi giorni di febbraio, nell’Isola Capo Rizzuto, a Crotone, in Calabria. Le forze dell’ordine hanno denunciato un operaio con l’accusa di abuso verso gli animali. Tutto è iniziato quando il suo cane, un povero bull terrier dal pelo scuro, è stato trovato senza vita, soffocato da una catena.

Gli agenti sono intervenuti insieme al Servizio veterinario dell’Azienda sanitaria provinciale, dopo una segnalazione. Giunti sul posto, hanno trovato l’animale ormai morto. Era stato tenuto, non si sa per quanto tempo, legato con una lunga e robusta catena, assicurata poi con un gancio, posizionato in una posizione più alta, rispetto al collare del povero cane. L’animale si trovava accanto ad una rete metallica, alla quale la catena si era impigliata, ostacolando i suoi movimenti e, alla fine, soffocandolo. Le accuse sono subito cadute contro il proprietario del bull terrier, un operaio di soli 25 anni. Il ragazzo è stato accusato di maltrattamento verso gli animali e sanzionato per la violazione della legge, riguardante la gestione degli animali. Vicino a questo cane, ce n’era un altro, sempre legato con una catena. Non si hanno altre notizie riguardanti l’episodio, appena accaduto ed ancora sotto indagine.

Immaginando un cane alla catena, quanta tristezza provate? Quello che in molti non sanno, è che ci sono delle leggi, delle regole precise da dover seguire, per tenere un animale e delle sanzioni, per tutti coloro che non rispettano queste regole!

C’è un articolo del codice penale, l’articolo 544, che afferma che non si possono tenere animali in condizioni incompatibili con le loro caratteristiche etologiche.

E se comunque, per qualche strana ragione si è costretti a tenere un cane così, la catena deve essere abbastanza lunga da permettere all’animale di sedersi, di muoversi, di poter raggiungere liberamente il cibo o la sua cuccia, per riparasi dalle intemperie. Purtroppo ogni zona ha le proprie norme al riguardo e non sempre è possibile denunciare qualcuno che tiene un cane alla catena.

Purtroppo ad oggi, non c’è ancora una legge specifica che considera tenere un cane alla catena, una forma di maltrattamento.

MA NOI; DICIAMO NO ALLA CATENA! UN CANE NON E’ UN GIOCATTOLO!