Cane rimane solo per 3 giorni in cortile dopo la morte del proprietario

Ecco la sua storia.

I cani sono gli esseri viventi più fedeli che si possano trovare su questa terra e la storia che vi raccontiamo oggi è l’ennesima dimostrazione di una verità sacrosanta. Robbie è uno Scotto di 14 anni, un canze anziano, che viveva con il suo amatissimo padrone.

Gli piace riposare tutto il giorno, al sole o in casa su un tappeto. Una volta era un cucciolo chiassoso, oggi non più, si gode la “pensione!. E’ un cane che gode di ottima salute, a parte i piccoli acciacchi che l’età comporta anche negli animali domestici. Oggi Robbie cerca una nuova famiglia. Fino a poco tempo fa viveva con un signore anziano: i due erano amici per la pelle, facevano tutto insieme, erano inseparabili. Fino a quando la vita non ha deciso di togliere a uno la compagnia dell’altro. A maggio Robbie e il proprietario di 93 anni erano in cortile, si stavano prendendo cura delle piante della loro casa che si trova in una zona rurale di Columbia County, nel Wisconsin. Vievano in una casa isolata. Quando l’uomo ha avuto problemi al cuore, non c’era nessuno per aiutarlo. Ma Robbie è rimasto lì accanto al suo proprietario per tre giorni, fino a quando il suo corpo senza vita è stato ritrovato. Robbie non si è mai mosso dal suo amico umano. Era disidratato, pieno di zecche, aveva delle ferite aperte e delle ustioni solari.


E’ stato subito portato dal veterinario e una famiglia lo ha accolto.

Per fortuna è guarito e ora sta bene, ma cerca qualcuno che si prenda cura di lui.

Le adozioni di cani anziani non sono facili, ma Robbie ha dimostrato di essere un amico fedele e leale che non ha abbandonato il suo umano da solo nel cortile nemmeno dopo la sua morte!

Chi si vuole prendere cura di Robbie ora che è solo?