Cani abbandonati da soli nell'appartamento dopo lo sfratto

Cani abbandonati da soli nell’appartamento dopo lo sfratto

Il proprietario era stato sfrattato di casa

Questa è la triste scoperta di due cani abbandonati da soli in un appartamento rimasto vuoto dopo che il proprietario di casa e dei due animali domestici aveva ricevuto lo sfratto. Quando sono entrati nella casa, i due cuccioloni erano in condizioni disperate: ancora ci si chiede come abbiano fatto a sopravvivere in quelle condizioni, senza acqua e cibo per giorni e giorni.

Cani abbandonati da soli nell'appartamento dopo lo sfratto

Siamo a Baltimora, nel Maryland, negli Stati Uniti d’America. In una casa all’interno di un palazzo hanno trovato appena in tempo due cani abbandonati dal loro proprietario, che nel frattempo era stato sfrattato dall’abitazione. E non ha ritenuto opportuno portarli con sé, abbandonandoli a morte certa.

Quando li hanno trovati, i cani erano emaciati, disidratati, stremati e senza forze. Erano in fin di vita. I soccorritori non potevano credere ai loro occhi. I due cani erano un fratello e una sorella che sono sopravvissuti praticamente per miracolo.

I volontari hanno chiamato Small Fry la femminuccia: era così denutrita e debole che non riusciva a stare in piedi. Ma quando li ha visti arrivare ha tentato lo stesso di alzarsi e di scodinzolare dalla gioia per ringraziare i suoi salvatori.

Il fratello, invece, lo hanno chiamato Fish Fry. Lui è l’eroe che ha permesso con tutta probabilità il salvataggio. Quando ha visto che nessuno tornava e che la sorella peggiorava, ha iniziato ad abbaiare forte con tutta la forza che gli rimaneva, così ha attirato l’attenzione dei residenti.

Small Fry

Cani abbandonati da soli nell’appartamento salvati appena in tempo

I soccorritori hanno portato via i due cani e li hanno affidati alle cure dei volontari di BARCS Animal Shelter. La femminuccia era ppelle e ossa.

Small Fry è uno dei peggiori casi di emaciazione che abbiamo visto: anche il nostro direttore medico veterinario, che ha curato centinaia di migliaia di animali durante i suoi anni al BARCS, ha detto che il caso di Small Fry è inquietante.

Adesso per fortuna hanno chi si prende cura di loro. Stanno meglio e i volontari stanno cercando una casa per sempre che li possa accogliere.