Cani chiamano la polizia 16 volte in 30 minuti

Cani chiamano la polizia 16 volte in 30 minuti usando il cellulare del proprietario: all'arrivo degli agenti scoprono qual'era la loro grande emergenza.

Home > Animali > Cani chiamano la polizia 16 volte in 30 minuti

Cani chiamano la polizia 16 volte in 30 minuti e gli agenti decidono di intervenire. Ma, una volta arrivati davanti alla casa, capiscono qual’era l’emergenza dei due cani, Bomber e Remy e intervengono immediatamente. La divertente vicenda ci arriva da Minnesota di Lakeville e ha fatto il giro del mondo, scatenando grasse risate.

Bomber e Remy sono due cani speciali che non si fermeranno davanti a nulla se si tratta del loro benessere. Quando vogliono qualcosa, non si fermano finché non lo ottengono. Se questa affermazione vi sembra esagerata, aspettate a sentire cosa hanno combinato i due birbanti. Il dipartimento di polizia del Minnesota di Lakeville ha ricevuto recentemente una chiamata dai due cani e ti assicuriamo che non ci sono errori di battitura in questa frase.

Ma cosa ha spinto questi adorabili cani a prendere il telefono e contattare la polizia? La centralinista del 911 che ha risposto alla chiamata è rimasta, inizialmente, sconcertata. Al telefono non ha sentito parlare nessuno… Certo, questo poteva essere un buon motivo di preoccupazione. Cosa accadrebbe se la persona all’altro capo del telefono non fosse in grado di parlare? E se fosse stata gravemente ferita?

Bomber-remy

Questo era piuttosto un mistero e i centralinisti volevano assicurarsi che avessero preso le decisioni adeguate. Gli agenti hanno deciso di rintracciare le chiamate e si sono recati all’indirizzo dal quale partivano le chiamate. Hanno trovato una casa che sembrava vuota. Si chiesero se le telefonate fossero una specie di scherzo. Ma gli ufficiali capirono presto che la situazione era piuttosto seria e che uno scherzo era essenzialmente impossibile.

chiamate

Durante alcune chiamate si sentivano dei cani che abbaiavano. Gli stessi che si sentivano dietro alla porta, all’arrivo degli agenti. Una volta lasciata la proprietà, le chiamate continuarono: 16 chiamate in 30 minuti. Finalmente, gli ufficiali riuscirono a rintracciare il proprietario della casa che dette loro il codice di accesso del garage di casa.

chiamate-bis

Gli agenti entrarono nella casa e trovarono i colpevoli: Bomber e Remy avevano chiamato 911 16 volte in 30 minuti, senza un motivo apparente. Gli agenti pensarono che, magari, i cani volevano uscire ma i due piccoli delinquenti non mostrarono alcun interesse per la passeggiata. Stavano semplicemente cercando attenzione. Non c’era nessuna emergenza in corso nella casa. Volevano dei grattini sulla schiena e qualche carezza.

chiamate-bis

Il dipartimento di polizia ha deciso di fare finta di nulla e non arrestare i cani per procurato allarme. Gli agenti dicono di non aver mai visto nulla di simile. E noi siamo d’accordo con loro.