cani estate

Cani in estate: i 3 pericoli da non sottovalutare

Per i cani in estate i pericoli in agguato

Per i cani in estate i pericoli in agguato sono davvero moltissimi. Spesso però i proprietari li sottovalutano, credendo di non dover prendersi maggiore cura di Fido quando le temperature iniziano a farsi più bollenti. Eppure per il benessere degli animali domestici dovremmo prestare sempre la massima attenzione, soprattutto a questi tre rischi in particolare.

Cane in auto
Fonte foto da Pixabay

Colpo di calore nei cani

Il colpo di calore nei cani in estate è molto più frequente di quanto tu possa immaginare. La temperature di Fido solitamente è intorno ai 38 gradi. Se si trovano in un ambiente caldo, i cani ansimano per regolare la temperature. Quando non riescono a disperdere calore velocemente, la temperatura sale. I sintomi del colpo di calore nei cani sono:

  • respirazione accelerata
  • alta temperatura del corpo
  • vomito
  • mucose arrossate
  • difficoltà a camminare
  • collasso nei casi gravi

Intervieni subito mettendo al fresco il cane, bagnandolo con aria fresca, facendo in modo che l’aria del ventilatore arrivi sulle zone bagnate. Fai impacchi freddi nella zona inguinale e sui cuscinetti delle zampe.

Passeggiate nelle ore calde

Vietato portare a passeggio Fido nelle ore più calde della giornata, anche se deve fare la pipì. Non solo rischia un colpo di calore, ma anche di bruciare i cuscinetti delle zampe a causa dell’asfalto rovente. Meglio farlo passeggiare nell’erba evitando la strada. E meglio farlo uscire la mattina presto o al tramonto, non sotto il picchio del sole.

Come rinfrescare i cani, consigli per l'estate
Fonte foto da Pixabay

Pelliccia tagliata in estate

Mai tosare la pelliccia dei cani in estate, a meno che non ci siano dei problemi e lo abbia consigliato il veterinario. Per i cani in estate tra i pericoli c’è anche questo: tagliare il pelo non farà stare i cani più al fresco, perché non hanno le ghiandole sudoripare sulla pelle. Proprio grazie alla pelliccia il cane si isola e si protegge dal caldo eccessivo in estate e dal freddo intenso in inverno. Il loro corpo fa automaticamente la muta tutto l’anno per adattarsi alle diverse temperature. Inoltre, rasando a zero i cani si rischiano scottature, perché la loro pelle non è abituata a ricevere i raggi del sole, essendo sempre coperta dal loro naturale manto peloso.