Caos, il cane che dopo due anni ritrova il suo papà

Quando aveva dimenticato il suo amato Caos, qualcosa accade nella sua vita

Caos è il nome che Josè ha dato al cucciolo quando lo ha trovato nell’immondizia. Era piccolissimo, lo aveva allattato con il biberon, era anche tremendo, da qui il nome Caos. Josè aveva moglie e figli, un giorno la sua vita è cambiata, e di tutta quella felicità rimase solo Caos. Il dolore e il buio di quei giorni venne lenito solo dai suoi bacini e dal bisogno

di attenzioni, tra i due si instaurò un legame profondo e unico. Josè si ammalò, necessitò di un ricovero in ospedale e affidò il suo fedele compagno ad un amico, era solo per il tempo necessario. L’amico non rispondeva più al telefono così Josè lascia l’ospedale per andarlo a cercare. La ricerca non diede alcun risultato e così per Josè ritornò di nuovo il buio e la solitudine. Passarono due anni da quel giorno, la speranza era ancora viva ma il pensiero ormai andava a svanire. Una mattina apre la sua email, c’era un messaggio dal canile del Wisconsin in cui si chiedeva di presentarsi nei loro uffici per ritirare il suo cane. Josè non crede ai suoi occhi, ma neanche crede che possa trattarsi di Caos. Parte alla volta del canile con il cuore in gola, arrivato sul posto tutto si fa chiaro, il cane era seduto, immobile, quasi paralizzato. Josè lo riconosce, si avvicina e lo chiama,nel video sotto potrete vedere tutto il loro amore ritrovato. Caos era stato abbandonato da quell’uomo a cui era stato affidato, ha vagato per mesi fino a quando una volontaria lo preso e portato in canile per accertamenti. Grazie l microchip è stato possibile il loro ricongiungimento.