Chico

Hannover, Chico è in attesa dell’iniezione letale presso il distretto sanitario di appartenenza. Chico ha ucciso la sua padrona di 52 anni e il figlio malato di 27. Un bellissimo staffordschire giovane e forte, Chico è questo ma, dopo l’autopsia di questi giorni per lui non ci sono possibilità. La notte tra venerdì e sabato è accaduto



COMPRA QUI PETFOUNTAIN!

qualcosa di incredibile. Alcuni animalisti hanno saltato le cancellate del rifugio, passando per la zona dell’allevamento, hanno superato le prime barriere ma non sono riusciti ad arrivare da Chico. Le telecamere e l’allarme li hanno fatti scoprire ma non hanno negato anzia hanno spiegato: Chico è un cane tenuto da quelle due persone in condizioni gravissime, segregato in una gabbia all’interno di una stanza per anni, La gabbia su di un rialzo con sotto i giornali per raccogliere lo sporco, il cibo passato dalle grate. Il cane era stato segnalato e, si scoprirà solo adesso che un’ordinanza di liberazione era stata emessa circa due anni fa, ma, per negligenza di qualche operatore non è mai stata consegnata agli agenti per poter andare a prendere Chico. Forse la gabbia è stata aperta per errore, ma tutta la rabbia e il rancore di questo esemplare spettacolare è venuta fuori nel peggiore dei modi. L’autopsia ha rilevato morsi letali per mamma e figlio, Chico morirà, la legge dice questo ma, per fermare i volontari ci vuole ben altro, Chico non doveva essere lì, Chico doveva essere già libero da anni, la colpa di quello che è accaduto è di tutti coloro che non hanno fatto il proprio dovere, se il cane fosse stato liberato a tempo dovuto e riabilitato non si sarebbe mai verificato tale scempio.

I giovani hanno raccolto tantissime firme

Certo, la strada è faticosa ma una speranza ancora c’è

Finché Chico non oltrepassa la linea degli ultimi passi, una speranza c’è, quello che noi vogliamo dire è che i cani non nascono cattivi, è l’uomo che sporca le loro anime, queste razze così imponenti poi andrebbero gestite da pochi e capaci, ma i soldi fanno sempre uscire il peggio. Chico,, buona fortuna!