Chocolate, il cane randagio

Chocolate, il cane randagio adottato da una piccola comunità in Ecuador

Ogni giorno li ringrazia per il loro amore

Si chiama Chocolate il cane randagio che una piccola comunità dell’Ecuador ha deciso di adottare. Tutti si prendono cura di questa povera creatura senza casa e senza famiglia, che qualcuno ha deciso di abbandonare a un destino crudele. Per fortuna il trovatello ha trovato persone di buon cuore che si occupano di lui ogni giorno. E lui ogni giorno li ringrazia a modo suo.

Mano dell'uomo e zampa del cane
Fonte foto da Pixabay

Chocolate ha grandi occhi color miele. Sa conquistare tutti con il suo sguardo dolce e un po’ malinconico, perché non ha una casa e non ha una famiglia che si prenda cura di lui. Soprattutto adesso che è anche malato e ha bisogno di cure mediche.

Chocolate, infatti, aveva la babesiosi, una malattia trasmessa dalle zecche che provoca anemia ed emoglobinuria (presenza di emoglobina nelle urine). E aveva anche un tumore ai genitali. Per fortuna una piccola comunità dell’Ecuador ha deciso di prendersi cura di lui. Adottandolo come una grande unica famiglia.

Gli abitanti di Residencias del Fortín, nel nord-est di Guayaquil, una città dell’Ecuador sull’Oceano Pacifico, hanno deciso di unirsi e prendersi cura del cane. María Lorena Pin, responsabile della campagna per salvare il cane ha raccontato:

Insieme a diversi vicini e residenti abbiamo deciso di aiutarlo e di trovare i soldi per curarlo.

La comunità ha chiesto anche aiuto ad alcune fondazioni locali, ma non hanno avuto alcun riscontro e così hanno deciso di fare tutto da soli. Hanno persino giocato a Bingo e con i soldi vinti lo hanno sterilizzato e hanno pagato le prime cure.

Chocolate, il cane randagio

Chocolate, il cane randagio ora ha una grande famiglia che si prende cura di lui

Gli abitanti hanno dovuto agire in fretta, perché era già molto malato. Adesso vive dal veterinario che si sta occupando di lui fino a quando non si rimetterà in forze.

Tutti noi abbiamo già degli animali in casa e non era possibile accogliere Chocolate. Per fortuna la dottoressa si è offerta di ospitarlo a casa sua.

La zampa del cane

La comunità ha anche organizzato altre iniziative per raccogliere fondi e aiutarlo a stare meglio, in attesa di trovargli una famiglia per sempre.

Appena guarirà speriamo che venga adottato e che trovi una famiglia per sempre. Se lo merita perché la sua presenza e il suo salvataggio hanno aiutato anche tutti noi a ritrovarci e riunirci per un obiettivo comune.