Città rifiuta di aiutare questo cane, ecco cosa fanno gli abitanti del quartiere

Davvero una storia toccante.

Home > Animali > Città rifiuta di aiutare questo cane, ecco cosa fanno gli abitanti del quartiere

Ci sono storie che riguardano gli animali che ci fanno letteralmente venire i brividi, anche perché spesso la giustizia non aiuta le povere bestiole sofferenti. Negli Stati Uniti, ad esempio, la legge non considera i cani degli esseri vivenvi con un cuore, un’anima, una dignità e dei diritti, ma proprietà. E la storia di questo povero cagnolino ne è la dimostrazione più lampante.

C’era questo cane, che non aveva un nome, ma che tutti nel quartiere conoscevano, perché passava le sue giornate incatenato al lato della casa dove viveva quella che doveva essere la sua famiglia, ma che non si curava affatto di lui. Era sempre incatenato su una lastra di cemento, senza la possibilità di muoversi o sgranchire un po’ le zampe. Per non farlo abbaiare, cosa che avrebbe sicuramente fatto per attirare l’attenzione di chi si sarebbe dovuto prendere cura di lui, avevano imbavagliato il suo muso utilizzando un rotolo di nastro isolante. Una situazione davvero angosciante. Le autorità, però, non sono mai intervenute, nemmeno quando i vicini di casa hanno telefonato per lamentarsi di una situazione straziante, impossibile da guardare senza agire. Non hanno potuto fare niente perché non era un cane randagio, ma un cane di proprietà: e poco importa se viveva da solo ed era trascurato. A un certo punto, però, gli abitanti del quartiere hanno deciso di agire per salvare il piccolo Alfie, che ora ha un nome e non è più solo, perché ha una mamma, un papà e un fratellino più piccolo che si prendono cura con amore ogni giorno. Il video qui sopra ci racconta la storia straziante del povero cagnolino, che legalmente aveva una famiglia, ma che in pratica è sopravvissuto da solo, abbandonato da quegli esseri umani che dovevano prendersi cura di lui, ma non l’hanno mai fatto.  E anche la legge gli ha voltato le spalle!

Come si fa a fare questo a un povero cane?

Chissà quanto ha sofferto…

Tutto solo, legato e imbavagliato!

Nessuno merita questo trattamento!