sunny-il-cane

Coronavirus: Sunny, il cane che consegna la spesa a chi non può uscire di casa

Sunny è un golden retriever che vive in Colorado e sta letteralmente aiutando i più deboli: il cane consegna la spesa a chi non può uscire per il coronavirus

In questa emergenza causata dal coronavirus, l’importante è aiutare i più deboli. Questo è proprio ciò che sta facendo Sunny, il cagnolone che consegna la spesa ai suoi vicini che non possono uscire in questi giorni di quarantena. Il tutto accade negli Stati Uniti, in Colorado.

Sunny è un golder retriever statunitense che ha capito davvero cosa significa aiutare il prossimo. La sua padrona, Karen, ha deciso di aiutare un sua vicina molto malata e debilitata, Renee Helman, a Manitou Springs (Colorado). Karen, per aiutare la donna, ha trovato il modo migliore, sia per evitare di contagiarla, sia per strapparle un sorriso.

sunny-il-cane

Così, ha chiesto alla sua vicina di compilare una lista della spesa, dopodiché ha mandato Sunny a prenderla. Il cagnolone, infatti, si è presentato sulla porta della vicina, che gli ha messo in bocca il foglio con la lista. Poi, Sunny ha riportato tutto a Karen, che si è occupata di fare la spesa che, ovviamente, è stata riconsegnata sempre tramite il fidatissimo fattorino.

sunny

Così hanno avviato questo meccanismo che fa in modo che Renee Helman non rimanga mai senza cibo o beni essenziali, anche non avendo familiari stretti affianco che possano aiutarla. La storia è stata raccontata per la prima volta da KKTV 11 News, ma è poi stata riportata anche dall’Indipendent. Così spiega Karen ai giornalisti:

“Renee ha preparato la lista della spesa, Sunny me l’ha portata, io ho fatto la spesa per la mia vicina e tramite il mio cane gliel’ho consegnata. Spero che questa storia possa ispirare tutti: anche un piccolo gesto può essere utile e significare molto.  Per me non si tratta solo di un grande aiuto per la spesa, ma anche dell’occasione di avere un po’ di compagnia. Adoro quel cane, la sua presenza mi fa sentire meglio, migliora il mio umore”.