Cosa mangiano i ricci?

Avete uno di questi animaletti, volete prenderlo o siete solo curiose? In qualsiasi caso, scopriamo cosa mangiano i ricci e come si comportano davanti al cibo

È un animale da compagnia inusuale ma ti piace talmente tanto che hai deciso di prenderlo con te. Solo che adesso hai un problema: non sai proprio cosa mangiano i ricci e il tuo obiettivo è scoprirlo. Non temere: ti guidiamo noi con una serie di indicazioni e consigli.

Innanzitutto devi sapere una cosa: i ricci sono animali notturni. Questo significa che il loro livello di attività cresce quando inizia il buio. Perciò non ti stupire se durante il giorno il tuo riccio non mangia: per lui è ancora tempo di fare la nanna.

Cosa mangiano i ricci in natura?

In natura i ricci sono animali prevalentemente insettivori, il che significa che i loro cibi preferiti sono vermi, larve, lumachine e insetti vari ed eventuali.

riccio-che-mangia
Un riccio che mangia

Per altro, in natura i ricci tendono anche a mangiare topolini, uova e piccoli serpenti. La buona notizia è che se hai un riccio domestico non ti toccherà dargli da mangiare né topolini né serpenti, la cattiva è che invece dovrai integrare nella sua dieta larve di tarme del miele o della farina, che si acquistano facilmente in tutti i negozi che si occupano di pet-care.

Integrare le larve nella dieta del riccio ti aiuterà a mantenerlo felice e in salute per per molti anni. È molto importante che il riccio le mangi vive, quindi quando non comprarne grandi quantità: giusto il minimo per un paio di pasti, altrimenti moriranno e avrai sprecato soldi.

Cosa mangiano i ricci domestici?

Va bene, hai fatto pace con l’idea di dargli delle larve da mangiare ma sai bene che il tuo riccio non si accontenterà soltanto di quelle. E hai ragione: i ricci domestici hanno bisogno di un’alimentazione variegata, quindi dovrai variarla spesso. Questo potrebbe perplimerti un po’, ma in realtà gli alimenti per ricci domestici sono più di quanti pensi. Dai un’occhiata!

Cibo per gatti, sì grazie

Probabilmente non te lo immaginavi, ma ebbene sì: i ricci possono mangiare le stesse crocchette e lo stesso cibo umido che daresti a un gatto.

Riccio-che-mangia-cibo-per-gatti
Riccio che mangia cibo per gatti

Il cibo per gatti a base di carne o pollo e ad alto contenuto di proteine ​​è l’ideale per il riccio. In particolare le crocchette possono diventare il suo cibo base. Per non fare confusione controlla sempre la percentuale di proteine delle crocchette: se ammonta a circa il 20% allora puoi comprarle e farle mangiare al tuo riccio.

Frutta e verdura

Per rendere più varia ed equilibrata la dieta del tuo riccio puoi usare frutta e verdura. Puoi tranquillamente usare usare fagioli, piselli, mais, mele e carote. Niente cibi troppo acidi: i limoni, le arance e persino i pomodori possono infastidire l’olfatto e il palato del riccio e portarlo a sputare o a sbavare, oltre che a nascondersi nella sua tana.

Frutta e verdura possono essere dati al riccio circa una volta a settimana, perché nonostante il riccio abbia bisogno di fibre e zuccheri un uso eccessivo può portare a sovraccaricare i reni o il cuore.

Pollo e uova

Tutti abbiamo bisogno di spuntini saporiti e anche i ricci non fanno eccezione. Il pollo cotto (preferibilmente bollito), le uova bollite e persino dei piccoli pezzi di hamburger possono essere un pasto gradito.

Attenzione però: questo tipo di alimenti va inserito nella sua dieta solo una volta al mese. È un po’ come se fossero il corrispettivo delle nostre patatine fritte: ci piacciono, le mangeremmo ogni giorno ma sappiamo che possono essere molto dannose. Quindi occhio!

Cosa mangia un riccio piccolo?

Concludiamo facendo luce su quello che serve a un riccio piccolo: se lo hai preso appena nato o se i tuoi ricci stanno per avere una cucciolata, sapere cosa fare è molto importante.

Riccio-piccolo

Per prima cosa, non dare mai il latte al tuo ricco. Mai. Il latte è dannoso per i ricci, specie per quelli neonati. Possono bere solo il loro latte specifico, nessun altro tipo. Se per qualche infelice ragione la mamma non allatta il piccolo riccio, chiedi al veterinario. In linea di massimo si può provare con una tisana a base di finocchio, ma è sempre meglio chiedere a un esperto.

Terminato lo svezzamento, il riccio piccolo potrà mangiare praticamente tutto quello che mangiano gli adulti, con una sola sostanziale differenza: dovrà essere nutrito una sola volta al giorno e sempre allo stesso orario.

Che il tuo riccio sia grande o piccolo, ricordati infine di non fargli mai mancare dell’acqua: puoi usare una ciotola o un abbeveratorio per criceti, ma assicurati sempre che sia pulita e abbondante.