Cucciolo più, cucciolo meno

Home > Animali > Cucciolo più, cucciolo meno

Vi raccontiamo spesso storie di animali: a volte sono salvataggi andati a buon fine, altre volte sono storie commoventi e, altre volte ancora sono momenti divertenti e spensierati in compagnia dei nostri amici a 4 zampe che vogliamo condividere con voi. Oggi vi vogliamo raccontare una storia e chiedervi l’aiuto. Guardate prima questo video:

Lui è uno dei fratellini protagonisti della nostra storia. Ma partiamo dall’inizio cercando di farvi capire meglio quello che è accaduto a questi cuccioli e quello che è stato fatto per loro. Siamo in Abruzzo, più precisamente a Trasacco. Come ben sapete il tempo in questi ultimi giorni non è stato clemente. Burian ha colpito pesantemente l’Italia e l’Abruzzo non è stato risparmiato. Le temperature sono scese di molti gradi sotto zero e uomini e animali hanno sofferto molto per il freddo in  quei giorni. La neve è caduta abbondante anche a Trasacco. La notte si sentivano i lupi che scendevano dalle montagne a cercare cibo. Una freddissima mattinata di febbraio una donna che era uscita per fare la sua solita camminata ha notato all’interno di un terreno di proprietà privata dei piccoli di cane raggomitolati uno accanto all’altro, che cercavano di riscaldarsi. Il terreno era recintato e la donna non ha potuto fare altro che scrivere un post su Facebook. Alcune volontarie locali, appena hanno visto il suo appello disperato si sono precipitate sul posto e quello che hanno trovato le ha lasciate senza parole. C’erano 7 cuccioli di circa un mese, infreddoliti, bagnati fradici e affamatissimi. Non potendo entrare su una proprietà privata hanno cercato di capire di chi era il terreno.

Il proprietario non abita nel paese ma a centinaia e centinaia di chilometri di distanza.

Non sapeva nulla ovviamente di quei cuccioli. Una cagnolina randagia era riuscita ad entrare sul suo terreno e aveva partorito.

Ha fornito gentilmente alle volontarie la chiave e ha dato loro il permesso di accudire i cuccioli nel posto dove erano nati.

Le ragazze, con i propri mezzi, hanno creato per loro un piccolo riparo, li hanno sverminati e vaccinati.

Portano loro da mangiare tutti i giorni. Non è stato facile perché, essendo randagi, non si facevano avvicinare.

Ma con tanta pazienza adesso si sono tutti abituati alla presenza umana.

4 di loro sono stati adottati da persone meravigliose che li hanno accolti a braccia aperte nelle loro vite.

Ma rimangono ancora 3 e la mamma.

Per loro vi chiediamo aiuto. Sono pronti per essere adottati e amati così come si meritano.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La mamma ancora non si fa avvicinare ma le ragazze non si fermeranno. Piano piano anche lei riuscirà a fidarsi degli umani.

Se volete aiutarli, condividete il loro appello.

Aggiornamento: da poco la buona notizia. I cuccioli sono stati tutti adottati!!! Ed è stato grazie alle vostre condivisioni!