Cucciolo sopravvive all'incidente aereo

Cucciolo sopravvive all’incidente aereo che ha quasi ucciso tutta la famiglia

Come ha fatto a sopravvivere?

Questa è la storia di un cucciolo che sopravvive all’incidente aereo che ha messo a rischio la sua intera famiglia umana, che però è riuscita miracolosamente a scampare al disastro. Protagonisti della sventata tragedia la quattro volte campionessa olimpionica libanese Chirine Njeim e la sua famiglia: l’incidente ha avuto luogo nel Michigan.

Cucciolo sopravvive all'incidente aereo
Fonte foto da Instagram di chirine.njeim

Chirine Njeim si trovava a bordo di un aereo con il marito Ronny Kamal, che era anche il pilota del loro mezzo, e la loro nipote. Ovviamente a bordo c’era anche Charlie, il cucciolo di 6 mesi di Golden Retriever che spesso è protagonista degli scatti social della donna sportiva.

All’improvviso tutti gli occupanti dell’aereo sono stati coinvolti in un terribile incidente nella contea di Macomb, nel Michigan, negli Stati Uniti d’America. Ancora oggi tutti si chiedono come abbiamo potuto la donna, il marito, la nipote e il cane salvarsi in quell’occasione.

Domenica la famiglia aveva preso il suo aereo privato per partire dalla Contea di Macomb, ma il velivolo si è alzato di appena 75 piedi prima che il pilota perdesse il controllo del motore, iniziando a preparare un atterraggio di emergenza il più sicuro possibile.

Non è stato facile, vista la zona in cui si trovavano. E infatti l’aereo è atterrato vicino a degli alberi. Tutti hanno riportato ferite gravi durante l’atterraggio di emergenza, ma tutti sono sopravvissuti e nessuno è in pericolo di vita. Anche se all’inizio il cucciolo era disperso.

Fonte foto da Instagram di chirine.njeim

Cucciolo sopravvive all’incidente aereo: Charlie all’inizio risultava disperso

Mentre i soccoritori hanno trasportato la famiglia Njeim in ospedale per le cure di emergenza, a causa di ossa rotte, ustioni e altre ferite, il cucciolo di 6 mesi non si trovava. Era scappato dopo l’incidente senza lasciare alcuna traccia.

Le autorità, aiutate anche da alcuni residenti e dai droni, hanno iniziato a cercare Charlie. Molti temevano il peggio, ma un autista locale lo ha trovato il mattino seguente. Il cucciolo era completamente illeso.