Dinka e i suoi cuccioli avranno presto una casa grazie a un video postato in rete

Home > Animali > Dinka e i suoi cuccioli avranno presto una casa grazie a un video postato in rete

Questa storia triste ci arriva dalla Russia, dalla città di Rostov sul Don. Una donna ha visto un cane che correva dietro a una macchina e, pensando che fosse abbandonato, ha deciso di filmare la scena e postarla sui social. Ma la verità è uscita poco dopo e le cose non stavano proprio come lei le aveva immaginate. Ecco la storia di Dinka.

Una cagnolina randagia ha conquistato il cuore dei russi dopo che un video è finito sui social: nelle riprese fatte da una donna si vedeva un cane, presumibilmente appena abbandonato, che correva dietro a una macchina su una strada affollata, rischiando di finire sotto le ruote di altre macchine. Il cane, poi, a detta della donna al volante, si è poi fermato esausto e si è dileguato nelle campagne sottostanti facendo perdere le sue tracce. Il video è diventato virale e tutti si sono messi ad insultare la persona che lo aveva abbandonato e a cercare il cane. Ma la verità è uscita alla luce poco dopo ed era leggermente diversa. Il cane, di fatto, era una cagnolina di nome Dinka. La donna al volante (Dilyara Nosova) della macchina si è fatta avanti non molto dopo raccontando la sua versione dei fatti. Ha negato di essere la proprietaria di Dinka e ha detto che la cagnolina era una randagia che viveva nel suo quartiere e che aveva partorito. Lei li portava spesso da mangiare nel posto dove aveva i cuccioli e si era affezionata. Ha provato a cercare una casa per lei e per i cuccioli ma nessuno sembrava volerli… visto che la Russia è piena di cani randagi. Lei, purtroppo, non aveva la possibilità di ospitarli a casa sua ma si stava comunque dando da fare per loro. Dinka si era affezionata a lei e spesso, quando se ne andava con la macchina, la seguiva per qualche km. Stavolta, però, l’ha inseguita fino alla superstrada e la donna non si era accorta. Ha rischiato di essere investita ma, fortunatamente, non è successo nulla di male. Adesso, però, le cose cambieranno.

Tutto questo clamore mediatico ha reso famosa Dinka e i suoi cuccioli e tutti si sono mobilitati per aiutarla.

Di fatto la cagnolina è solo affezionata all’unica persona che le mostra un po’ di amore.

Sembra che in Russia ci sia un piano di stermino dei cani randagi in vista della Coppa del Mondo.

Si vocifera che in alcune città russe stanno operando “squadre del KGB canino” che uccidono tutti i randagi.

Ekaterina Dmitrieva, direttrice della City Animal Protection Foundation, ha avvertito il mese scorso che la Russia “annegherebbe nel sangue” dei cani randagi sterminati.

Ha affermato che vengono usati veleni che uccideranno cani, gatti e uccelli.