Dobermann abusato dai proprietari

Il Dobermann abusato dai proprietari non poteva difendersi. Quelli che avrebbero dovuto accudirlo gli avevano reso la vita un inferno. Ecco la sua storia.

Home > Animali > Dobermann abusato dai proprietari

Il Dobermann abusato dai proprietari non aveva nessuna via di fuga. Non poteva scegliere di andarsene. Era il loro schiavo e ne disponevano di lui quando e come volevano. Due mostri, due orchi con facce umane che avevano deciso di abusare del povero animale durante i loro rapporti intimi.

Un ex proprietaria di un canile della Virginia è stato accusata di bestialità dopo che lei e suo marito avrebbero fatto se$$o con il loro Doberman di nome Demon. Gli agenti federali hanno scoperto un video esplicito della coppia impegnata in “attività se$$uali” con il loro cane nella loro camera da letto principale. Christina Patterson, 42 anni, è stata accusata di sei capi di bestialità e di sei capi di crudeltà sugli animali. Il video inquietante è stato sequestrato l’anno scorso quando il marito di Christina, Richard Patterson, è stato indagato per aver venduto illegalmente armi da fuoco. L’Ufficio federale per il controllo della vendita dell’alcool, del tabacco e delle armi da fuoco (ATF) ha quindi iniziato a studiare la Imperial K-9 LLC, un’azienda di allevamento di cani che all’epoca era di proprietà della coppia. Gli agenti federali hanno sequestrato i computer dalla casa della coppia di Suffolk e hanno scoperto i video inquietanti, che sono stati salvati sul disco rigido esterno.

Richard Patterson, 47 anni, non è stato ancora accusato in relazione ai video perché è attualmente detenuto nella prigione di Western Tidewater Regional in attesa di condanna per le accuse federali. Si è dichiarato colpevole di possesso di un’arma vendutagli da un criminale già condannato e di ostruzione della giustizia all’inizio di quest’anno. Nessun capo di accusa statale può essere messo su di lui fino a quando il suo “processo federale” non sarà completato, secondo il Dipartimento di Polizia di Suffolk. A partire da lunedì, Christina Patterson è detenuta nella stessa prigione di suo marito. I sospetti sono stati sollevati per la prima volta sui Patterson a giugno 2017, quando un informatore anonimo ha riferito che Patterson stava violando le leggi federali sulle armi da fuoco.

patterson-e-cane

 

L’informatore aveva rivelato che Patterson era un criminale condannato e che vendeva illegalmente armi da fuoco online e oltre i confini statali.

moglie

Gli agenti di ATF sotto copertura sono andati al canile di Patterson il 21 giugno 2017 e “hanno chiesto all’uomo di acquistare armi da fuoco” da lui, secondo i documenti del tribunale.

marito

 

Una settimana dopo, un agente ha richiesto un mandato per perquisire la casa e gli affari di Patterson.

canile

Il giorno successivo gli agenti dell’ATF hanno sequestrato 16 armi da fuoco chiuse in una cassaforte della casa, oltre a munizioni e accessori per armi da fuoco.

dobermann-abusato-dai-proprietari

Trovarono anche una scatola di munizioni nella camera da letto principale che era proprio accanto ai documenti del tribunale che elencavano lo status di Patterson come un criminale condannato.