Dog sitter non può più tenere animali dopo aver picchiato il boxer del cliente

Il dog sitter non si è resa conto della telecamera che la riprendeva mentre picchiava il boxer di un suo cliente.

Home > Animali > Dog sitter non può più tenere animali dopo aver picchiato il boxer del cliente

Jacqueline Wilkins era una dog sitter che di giorno si prendeva cura dei cani di altre persone, impegnate magari al lavoro. Un giorno, però, le è stato vietato di tenere degli animali. Come mai? Cosa avrà mai fatto? È stata ripresa da un video mentre picchiava un povero boxer di tre anni che le era stato affidato dal cliente. Non si era accorta della telecamera nel soggiorno di quella casa installata per monitorare i cani!

dog sitter

La donna di 46 anni è stata costretta a rinunciare anche al suo cane e deve fare 100 ore di lavoro non retribuito per il bene della comunità in 12 mesi, per espiare le sue colpe, come stabilità da un giudice. Tutto perché è stata vista colpire dietro il collo con la mano destra il cane Bella, per due volte, mentre la cucciolotta non riusciva a stare ferma.

Nel video si vede la donna che urla ripetutamente contro il cane, inconsapevole delle telecamere a circuito chiuso presenti in salotto.

Bella

La donna dello Yorkshire si sente gridare “Non stai facendo come ti è stato detto, vero?” e anche “Vuoi un altro schiaffo?“.

Jacqueline Wilkins

I proprietari di Bella Gary Hirtsch, 39 anni, e Louise Williams, 32 anni, hanno deciso di controllare i filmati dopo aver notato lo scorso febbraio un cambiamento nel comportamento di Bella.

Jacqueline Wilkins

Le telecamere erano presenti per controllare Bella e Coco, un altro cane di due anni che vive con loro.

Jacqueline Wilkins

Dopo aver visto le immagini, il giudice le ha bandito di tener o prendersi cura di un animale domestico per i prossimo due anni.

Il proprietario di Bella si dice disgustato del fatto che qualcuno che lavora con i pets possa comportarsi in quel modo.

È semplicemente disgustoso per quello che ha fatto e sono contento di aver ottenuto giustizia per Bella – non meritava di essere trattata in quel modo. Non abbiamo ricevuto scuse da lei, ma siamo felici di essere stati in grado di ottenere giustizia per Bella“.