Due cani fanno 30 chilometri per aspettare il padrone fuori dall’ospedale

Due cani intraprendono un viaggio lungo 30 chilometri pur di raggiungere il loro padrone che si trova ricoverato in ospedale.

Home > Animali > Due cani fanno 30 chilometri per aspettare il padrone fuori dall’ospedale

Questa storia di amore canino arriva dall’Argentina: ci troviamo a Mendoza e due cani hanno percorso più di 30 chilometri per aspettare il loro padrone all’uscita dell’ospedale in cui era stato ricoverato. Un viaggio davvero lunghissimo, che loro hanno affrontato per rivedere il loro amico umano.

Una donna della città di Tupungato, nella regione andina, ha due cani di nome Bobi e Bobi. Sì, entrambi i cani si chiamano Bobi. Sebbene la donna sia ufficialmente la proprietaria dei cani, i due quattro zampe amano visceralmente uno dei nipoti della signora, un giovane sordomuto che è sempre stato con i due animali sin dall’infanzia.

Bobi e Bobi letteralmente adorano il ragazzo e questa storia lo dimostra chiaramente. Un giorno il ragazzo è stato coinvolto in una rissa e si è reso necessario il ricovero immediato in ospedale.

La famiglia vive in una cittadina quasi al confine con il Cile, per cui è stato necessario portarlo fino a Tunuyan, a più di 30 chilometri di distanza da casa.

Il ragazzo viene così trasferito in ambulanza, ma nel bel mezzo dell’emergenza i presenti si rendono conto di un fatto curioso: accanto ai parenti molto preoccupati per la salute del giovane c’erano anche Bobi e Bobi. Entrambi i cani, nervosi e confusi, abbaiavano e piangevano mentre il personale medico caricava il giovane sull’ambulanza. Non appena l’ambulanza è partita, i due cani si sono messi in viaggio per scortarla.

L’ospedale si trova a 30 chilometri di distanza e i due cani hanno seguito l’ambulanza per tutto il tragitto, arrivando persino prima dei parenti del giovane i quali avevano dovuto muoversi con i mezzi pubblici. Grande il loro stupore quando, arrivati dinanzi al nosocomio, si sono trovati di fronte Bobi e Bobi che aspettavano all’ingresso dell’ospedale. Ma i due cani non erano tranquilli, erano irrequieti e camminavano nervosamente di fronte all’ingresso.

Il personale medico ha cercato di aiutare il più possibile i due animali, dando loro cibo, acqua e attenzioni, in attesa che il loro amico bipede uscisse dall’ospedale. Fortunatamente, il ragazzo è stato presto dimesso e tutti, paziente e cani, sono tornati felicemente a casa propria.