Ember, la dalmata che aiutava i bambini

Ember era stata abbandonata a 3 mesi dal proprietario ma un pompiere l'ha adottata. Purtroppo, dopo 5 anni si è ammalata. Ecco cosa ha fatto il suo amico umano.

Molti di noi possono dire di avere molti amici e alcuni di questi avranno la pelliccia e quattro zampe. Ember è una di questi. Lei è una bellissima femmina di dalmata, la migliore amica di un vigile del fuoco di nome Aaron Salkill. Era… perché Ember adesso non c’è più. Si è spenta tra le braccia del suo papà umano.


La storia di Ember


Aaron Salkill stava cercando un cane da adottare quando un amico gli chiese se voleva un cucciolo di dalmata. “È stato amore a prima vista”, ha detto Aaron. “Sono quasi saltato fuori dalle mie scarpe per l’eccitazione. Lavoravo come vigile del fuoco da poco più di un anno e l’idea di avere un cucciolo di dalmata mi era sembrata inverosimile” ricorda l’uomo. Salkill si precipitò nell’ufficio del veterinario dove i precedenti proprietari di Ember avevano appena abbandonato la cucciola di soli 3 mesi. Salkill fu sorpreso di quanta energia aveva Ember. Quindi, doveva assicurarsi che la tenesse occupata con un sacco di passeggiate, escursioni, giochi di recupero, tiro alla fune e gite al parco dei cani. I bambini spesso si riunivano attorno a Ember ogni volta che lei e Salkill uscivano in pubblico.

Salkill ha avuto un’illuminazione durante uno di questi incontri. “Se la presenza di Ember attira così tanto i bambini sani, quale impatto avrebbe sui bambini in un ospedale? Sapevo che dovevo scoprirlo. Il giorno dopo, io e Ember abbiamo iniziato la nostra ricerca per diventare un team di cani terapeutici certificati “, spiega Salkill.

Ember e Salkill hanno trascorso ore di allenamento per essere il miglior team di cani da terapia che potevano essere.

Ember ha superato i test a pieni voti. Hanno fatto la loro prima visita terapeutica a Halloween, nel 2016 presso la Children’s Healthcare di Atlanta. Salkill fu sorpreso di vedere un’infermiera vestita da Crudelia Deville.

Ma all’età di 5 anni Ember si ammalò. I suoi reni hanno iniziato a funzionare male.

I medici le hanno dato poco tempo.

“È venuta dappertutto con me. Abbiamo passato gli ultimi giorni a visitare i bambini malati, a fare servizi fotografici con i vigili del fuoco locali, a fare escursioni al suo torrente preferito per una divertente giornata in acqua e soprattutto a coccolarci sul divano”, dice Salkill.

Ember ha fatto sorridere la gente fino all’ultimo giorno.

Poi Aaron ha dovuto dirle addio per l’ultima volta.

Ember si è spenta tra le sue braccia ma Aaron ha voluto raccontare la sua storia per far capire alle persone che cane speciale era la sua amica Ember.

Vi ha fatto commuovere la storia di Ember? Allora vi piacerà sapere di più su una cucciolata da record partorita da una mamma dalmata.