“Era rimasto lì, fuori al freddo, tutta la notte, non potevo fare finta di niente”

Home > Animali > “Era rimasto lì, fuori al freddo, tutta la notte, non potevo fare finta di niente”

“Era inverno, era freddo e c’era la neve sulle strade, le temperature erano sotto lo zero ed era molto difficile passare tanto tempo fuori casa. Io non riuscivo proprio a capire come il mio vicino potesse fare una cosa del genere, era senza cuore, non potevo fare finta di niente.

Non riuscivo proprio a capire, come faceva a dormire, sapendo di aver lasciato il suo cane nel suo cortile, a congelarsi. Dovevo fare qualcosa, il mio cuore a vederlo si spezzava sempre di più. Invece di dormire, quel povero cane rimaneva tutto il tempo a sollevare le sue zampine, più e più volte, per cercare di proteggerle dal freddo, era una scena terribile. La mattina non ho resistito, così ho chiamato la Detroit Pit Crew Dog Rescue, da sola non potevo affrontare quell’uomo. Nel giro di un ora, è arrivata una volontaria di nome Theresa Sumpter, che ha provato a bussare alla porta del mio vicino. Inizialmente, l’uomo ha aperto ed ha ascoltato, ma appena ha sentito che era totalmente illegale lasciare i cani all’aperto tutta la notte con le temperature sotto lo zero, ci ha sbattuto la porta in faccia. Era rimasto alla finestra per vedere se andavamo via, ma non potevamo farlo, alla fine gli ho parlato io e molto educatamente gli ho chiesto se potevamo portarlo via, visto che lui non lo voleva. Ha accettato, fortunatamente. Insieme a Theresa abbiamo portato subito quel cagnolino dal veterinario, che ci ha detto che aveva le zampine gonfie per il freddo, ma oltre quello stava bene.

Ha dovuto trascorrere una notte in clinica veterinaria prima di andare a vivere con la sua nuova famiglia adottiva. Fortunatamente in quel periodo, il rifugio aveva più richieste di adozioni, che cani da far adottare!

Ora ha altri due amici a quattro zampe con cui giocare e la cosa certa è che i suoi umani non lo lasceranno mai più fuori a congelarsi, l’hanno chiamato Blizzard!

Io sono molto felice per lui, non potevo lasciarlo li, stava troppo male, gli auguro il meglio per la sua vita!”

Persone come questa meravigliosa ragazza, ne esistono davvero poche al giorno d’oggi! E noi volgiamo dirle GRAZIE!