FIP nel gatto, aspettativa di vita prolungata per i più giovani

FIP nel gatto, si allunga l'aspettativa di vita per i più giovani: lo dicono i ricercatori indicando una cura antivirale che blocca la replicazione del virus

Home > Animali > FIP nel gatto, aspettativa di vita prolungata per i più giovani

FIP nel gatto, si prolunga l’aspettativa di vita per gli esemplari più giovani grazie a un nuovo trattamento scoperto dagli scienziati. In un articolo pubblicato sulla rivista PLOS ONE, i ricercatori della Kansas State University (KSU) descrivono il loro successo con un trattamento antivirale per la FIP che impedisce la replicazione del virus e blocca la progressione della malattia.

I gatti che hanno ricevuto il trattamento hanno evitato una fine quasi certa e poi, miracolosamente, sono tornati a star bene.

La FIP è una delle principali cause di morte negli esemplari giovani ed è più comune negli ambienti con molti felini che vivono all’interno, come rifugi e allevamenti. I ricercatori hanno appena pubblicato i risultati dello studio sul Journal of Feline Medicine and Surgery: Efficacia di un inibitore della proteasi simile al 3C nel trattamento di varie forme di peritonite infettiva felina acquisita. Lo studio è una pubblicazione di follow-up di un’altra ricerca pubblicata su PLOS Pathogens nel 2016.

gatto-braccio

La FIP si verifica nei giovani gatti (in genere di 3 o meno di 3 anni) ed è causata da alcuni ceppi di una malattia che si chiama coronavirus felino. La maggior parte dei tipi di coronavirus felino sono relativamente innocui. E in effetti, sono infezioni comuni che causano una lieve infiammazione intestinale. Solo una piccola percentuale di esse progredisce attraverso la mutazione in FIP.

Una volta che il virus diventa FIP, il risultato più comune è una forma “umida” della malattia, con conseguente accumulo di liquidi all’interno dell’addome, febbre, ittero e perdita di peso. La condizione è molto difficile da diagnosticare e spesso i sintomi sembrano derivare dal nulla, perché i gatti riescono a mascherare in modo eccellente il loro malessere.

gatto

Non esiste una cura nota per la FIP e una volta che questi ultimi sintomi compaiono la morte segue nel giro di poche settimane o mesi.

Fino ad ora, affermano i ricercatori, non era chiaro se un antivirale da solo potesse invertire i progressi letali della FIP. Ma il nuovo trattamento, dicono, lo ha fatto.

“Questa è la prima volta in cui abbiamo prove sperimentali del successo del trattamento nei gatti in una fase clinica avanzata della FIP”, ha detto il capo dello studio Yunjeong Kim, professore associato nel dipartimento di medicina diagnostica e patobiologia della KSU.

“Abbiamo scoperto che il trattamento antivirale ha portato al pieno recupero dei gatti iniziando le cure in una fase della malattia che, altrimenti, sarebbe stata fatale se non trattata”, hanno osservato gli scienziati.

gattino-veterinario

Tutti i gatti dello studio hanno effettuato recuperi completi e sono tornati a star bene entro 20 giorni dal trattamento antivirale.

Bigodino.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI