Flynn e Haiey

Home > Animali > Flynn e Haiey

Flynn non è un cane come tutti, Flynn è speciale perché la sua mamma è una mamma speciale. Lei si chiama Hailey, è giovane e bella ma la sua vita è condizionata dall’epilessia, dalla sindrome di E-Danlos, il diabete, l’asma e alergie gravissime. Si, la vita a lei non ha risparmiato niente ma, in cambio di tutto ciò le ha donato Flynn, un bene prezioso

Loro stanno insieme 24 h al giorno, il supporto del cane è fondamentale, riesce ad avvertire in anticipo le crisi della sua mamma e riuscendola ad avvertire ottiene un qualcosa di grandioso, lei, anticipando gli attacchi riesce a gestire perfettamente tutto. Un pomeriggio, i due, decidono di fare una sorpresa al padre della ragazza e si recano in ufficio da lui. Un uomo, collega d’ufficio dell’uomo riconosce la ragazza, si avvicina per salutarla ma l’attenzione cade su Flynn. Con le mani inizia a giocare con il cane, lo spupazza, lo spettina, gli parla, lui partecipa al gioco ma..qualcosa sta per accadere. Hailey dice STOP a voce alta ma l’uomo non capisce e neanche Flynn, è troppo distratto per accorgersi della sua mamma, non si accorge neanche quando cade a terra in preda ad una crisi. Il padre, presente, prende sunbito l’occorrente per soccorrere la figlia, tutti rimangono basiti dall’accaduto. Quando l’uomo ha iniziato a giocare con il cane lei ha dato l’rdine, STOP, ma ne l’uomo ha compreso ne il cane ha potuto capire bene, era distratto, Flynn non doveva essere distratto perché è addestrato per fiutare il cambiamento, anche minimo del corpo di Hailey, quel giocare ha distratto il cane da ciò che era il suo compito. Questo è un messaggio che va diffuso, quando vedete un cane guida, ricordate di chiedere il permesso al suo conduttore, non fate carezze e grattini gratuiti.

Dovete pensare che loro stanno lavorando e non vanno distratti da niente e nessuno perché le conseguenze potrebbero essere disastrose. L’unico momento in cui Flynn deve essere accarezzato e consolato è dopo un malore della ragazza,

lui ne sente il dolore addosso e va premiato per il supporto che da nel momento critico.

Hailey è stata fortunata, il padre sapeva come intervenire, ricordate di

chiedere il permesso sempre, loro sono cani in servizio, veri lavoratori!