Gattini appena nati ritrovati in un cassonetto di Sliema

Erano avvolti in una borsa di plastica.

Gli esseri umani sanno essere tanto crudeli, soprattutto con gli esseri più indifesi del mondo. Sono capaci di atti davvero incredibili: nessuno riuscirebbe mai a capacitarsi di come mente umana possa arrivare a tanto. Le persone che si macchiano di reati contro gli animali non hanno un cuore e non meritano nemmeno di essere chiamati “umani”, perché non lo sono.


La storia che ci arriva da Sliema, una località turistica sulla costa orientale dell’isola mediterranea di Malta, è l’ennesimo esempio di quanto possa essere crudele l’essere umano. Tre cuccioli di gatti appena nati sono stati trovati all’interno di un bidone. A fare la scoperta una persona che passava di lì per caso, che ha letteralmente salvato la loro vita. In un post sui social media, Carol Curmi ha raccontato che stava camminando su St. Pius V Street quando all’improvviso ha sentito il suono di gattini intenti a piangere. Subito si è messa in allarme, per cercare di capire da dove arrivavano quei rumori e trovò i gattini in quella che sembrava essere ancora la loro placenta, avvolti in una busta di plastica, che a sua volta era avvolta in un sacchetto nero per i rifiuti, all’interno di un cassonetto per l’immondizia.

La donna ha raccontato, poi, che ha preso i gattini abbandonati e li ha subito portati dal veterinario: era preoccupata perché era evidente che i cuccioli fossero stati separati dalla mamma subito dopo il parto e potevano aver sofferto molto.

Il veterinario li ha visitati e ha disposto per loro un primo trattamento e ora sembrano godere di ottima salute.

“I gattini sono stati puliti e nutriti dal veterinario, ora sono con questa donna dal cuore gentile e con la sua famiglia che farà del suo meglio per nutrirli e per farli crescere sani e forti” con amore!

Chi può aver fatto una cosa del genere?