Gatto abbandonato nel caldo soffocante miagola fino a quando un angelo lo sente

Un gatto è stato abbandonato in una giornata afosa con tutte le sue cose. Ha pianto e si è lamentato fino a quando qualcuno non lo ha salvato.

Home > Animali > Gatto abbandonato nel caldo soffocante miagola fino a quando un angelo lo sente

Era estate. Un uomo era uscito per fare una passeggiata quando all’improvviso è inciampato in qualcosa di piuttosto anomalo e strano. Tutto era come sempre, tranne che per un dettaglio importante. Qualcuno infatti aveva lasciato un gatto in una portantina, abbandonato in mezzo alla strada. Intorno al povero animale, tutti i suoi oggetti personali.

Mentre l’uomo si avvicinava alla gabbietta blu sentiva che il gattino ospitato dentro piangeva disperato. Secondo lui era stato abbandonato lì da poco, non da molto tempo. Si avvicinò alla gabbietta, quando fu distratto da un rumore. Si voltò subito e vide un uomo che lasciava un albero di nascosto, per poi allontanarsi rapidamente per non essere visto.

Quella giornata era molto calda, non avrebbe mai potuto lasciare lì il gatto. E non poteva nemmeno portarlo con sé, perché nel palazzo dove abitava non erano ammessi gli animali domestici. Così decise di contattare la Celia Hammond Animal Trust, un’associazione di salvataggio di animali del Regno Unito. Uno dei soccorritori lo ha raggiunto in stazione per prendere il povero micio.

Quando era al sicuro al Celia Hammond Animal Trust, i volontari hanno scoperto, tramite microchip, che si chiamava Marcus. Stava bene, era in ottima salute. Il gatto è poi stato adottato.

Il merito va tutto a quell’uomo che lo ha trovato e non si è tirato indietro, ma ha fatto quello che andrebbe fatto in questi casi: chiamare un’associazione che si occupa del recupero degli animali abbandonati, per trarli in salvo e garantire loro una seconda possibilità, trovando una nuova famiglia che possa offrire loro tutto il necessario per continuare a vivere.

Chissà cosa sarebbe successo al gatto se quell’uomo non fosse passato di lì, in quel momento.  Forse qualcuno non si poteva più occupare di lui e controllava a distanza che tutto fosse a posto per il micio. Ma è stato un comportamento pericolosissimo.