Giampaolo Rebella non ce l’ha fatta

Giampaolo Rebella, l'uomo azzannato al volto, dal cane dei suoi vicini, non ce l'ha fatta. La polizia sta indagando, per ora le accuse sono contro il proprietario. Cosa accadrà al cane.

Home > Animali > Giampaolo Rebella non ce l’ha fatta

Giampaolo Rebella, un uomo di 55 anni, residente in provincia di Savona, qualche giorno fa, è stato aggredito dal cane del suo vicino, un mastino napoletano. Secondo quanto riportato, l’uomo è stato ferito sul viso e al collo e portato con urgenza immediata al pronto soccorso. Da subito, i medici hanno definito le sue condizioni, davvero critiche.

Giampaolo è stato ricoverato in terapia intensiva, all’ospedale di Genova, il San Martino e sottoposto a tutte le cure necessarie, ma quest’ultime non hanno avuto alcun effetto e lo scorso 3 maggio, verso la fine della giornata, Giampaolo si è spento per sempre.

Era un capocantiere dell’ATA e condivideva la sua vita con il suo amato cocker nero. Quando è stato aggredito dal mastino, l’uomo stava rientrando a casa, passando dal cancello della sua abitazione, in comune con quella dei proprietari del cane. Nonostante abbia cercato di difendersi, le ferite riportate dai morsi, sono risultate troppo profonde e non gli hanno lasciato scampo. Hanno compromesso la sua vista e il suo tessuto celebrale.

Giampaolo è stato anche sottoposto ad un intervento, ma purtroppo, alla fine, non ce l’ha fatta.

E’ stata la padrona del cane, a chiamare l’ambulanza. La donna ha sentito le urla di Giampaolo e quando si è accorta di quello che stava accadendo, ha subito allontanato il suo mastino.

A differenza di casi simili, il cane non è stato sequestrato, ma è ancora sotto la responsabilità della sua famiglia, che però deve tenerlo dentro un recinto sicuro. Nei prossimi giorni, l’animale sarà esaminato dal veterinario, che cercherà di capire perché il mastino abbia reagito così e si sia avventato contro Giampaolo.

L’intera comunità di Stella San Martino, luogo esatto in cui si è verificato l’episodio, è sotto choc e con loro l’intero paese.

Le forze dell’ordine stanno cercando di fare luce sulla vicenda e nei prossimi giorni, ci saranno ulteriori aggiornamenti. Vogliono capire, soprattutto, se la tragedia, in qualche modo, si sarebbe potuta evitare.

Per il momento è stato aperto un fascicolo per omicidio colposo, contro il proprietario del mastino.