Gigget, il cane salvato dalla m….a

E’ un modo comune di dire tra le volontarie, quando ti capita di trovare un cane ridotto male, oppure ferito gravemente, affamato abbandonato, insomma la frase è sempre la stessa, “Ho trovato un cane nella …cacca…” Questa volta il cane era veramente immerso in quella roba lì, non era neanche stupido, perché è riuscito a


far scattare l’allarme. Un operaio addetto alla manutenzione di dei macchinari per lo smaltimento delle fogne, sente un rumore, più che un rumore assomigliava ad uno stridolio. Chiude tutte le attrezzature e il rumore diventa chiaro, era un pianto di un cane! L’uomo, che carino, si affaccia dal coperchio e vede questo cane, sommerso dalle feci, stanco e stremato, Chiama immediatamente i vigili del fuoco, nel frattempo è rimasto seduto fuori a parlare con il cane. “Cercavo di rassicurarlo, magari avrebbe capito le mie parole, mi dispiaceva tanto sentirlo piangere, non riusciva neanche ad aprire gli occhi!” I pompieri arrivano, calano una scala e, tirano su il cagnolino, che poi tanto cagnolino non era insomma. Lo puliscono subito da quell’orrore che ricopriva tutto il suo corpo, si scopre che il cane in questione era un bellissimo mastino ma due secondi dopo si aggiunge altro a questa storia. Dei pianti disperati si sentono in lontananza, arriva un giovane di corsa”Gigget, Gigget ti prego noooo” Incurante della “delicata” condizione del cane,  il ragazzo si butta su di lui abbracciandolo, proprio quell’abbraccio chiarisce tutta la situazione. Gigget è un delinquente nato, buca reti e scava il recinto, il suo papà aveva portato la sua compagna a fare il vaccino e lui, rimasto solo, forse ha cercato di andare da loro, ed è caduto nella fognatura in manutenzione.

Tutto è bene quel che finisce bene

speriamo si siano lavati bene

Non sottovalutate le emozioni dei vostri pelosetti, loro vivono l’abbandono in ogni vostra azione

Condividete questa storia